Premier, 24^: City primo. United che rimonta! Arsenal ‘forza 7′

lunedì 6 febbraio 2012
Di

INGHILTERRA – Dopo la pausa di settimana scorsa per la Fa Cup e il turno infrasettimanale, che ha visto lo United riprendere in vetta il City grazie alla sconfitta in casa dell’Everton, la ventiquattresima giornata regala grandissime emozioni grazie al big match domenicale tra Chelsea e Manchester United. Bene il City, che passa in casa sotto la neve contro il Fulham e bene l’Arsenal, che demolisce il Blackburn per 7-1.

BIG UNITED! – La domenica di Premier regala a tutti i tifosi una partita pazzesca, emozionante, di quelle che da un pò non si vedevano in Inghilterra. Lo United di Ferguson scendeva in campo sapendo di dover vincere dato che il City il giorno prima aveva conquistato i tre punti in casa contro il Fulham. I ragazzi del Sir scozzese partono subito forte non permettendo al Chelsea di esprimere il proprio gioco. Al minuto 34 però, Sturridge sfugge in area di rigore ad Evra, mette in mezzo un pallone invitante ma il primo ad arrivarci è Evans, che di stomaco devìa il pallone nella propria porta: 1-0 blues senza aver mai tirato in porta e cosi si va negli spogliatoi. Passano 20 secondi dall’inizio della ripresa e Torres, che non segna da quando in Italia c’era ancora la Lira, mette un pallone in mezzo invitante per Mata, che colpisce al volo di sinistro fulminando un’incolpevole (almeno per questa volta) De Gea e portando il Chelsea sul 2-0. Altri cinque minuti e David Luiz, approfittando di una dormita difensiva di Ferdinand, di testa insacca il 3-0, illudendo tutti di aver così chiuso la partita. Improvvisamente poi, dopo che lo United aveva avuto comunque il possesso della palla per larghi tratti, Rooney e compagni si svegliano. Al 58′ viene fischiato un rigore su Evra, che lascia dubbi e se l’arbitro non avesse fischiato non sarebbe successo nulla, con Wayne Rooney che accorcia sul 3-1; passano 10 minuti e ancora rigore, questa volta su Welbeck, quasi inesistente questa volta, ma con Rooney che si ripresenta e fa 3-2. United che continua a pressare e, a 5 minuti dalla fine, trova il 3-3 grazie a ‘Chicharito’ Hernandez che incorna su un perfetto cross di Giggs e sigla un pareggio che dimostra che lo United, nonostante 14 infortunati, abbia ancora la voglia di lottare per il titolo.

LE ALTRE DELLA 24^ – Il sabato si era aperto con il poderoso 7-1 dell’Arsenal contro il povero Blackburn (rimasto in 10 a dir la verità) e il ritorno al gol in Premier di Thierry Henry, che mette l’ombrellino nel long drink siglando il 7-1 e porta i gunners a tre punti dalla zona champions. Bene anche il City, vittorioso contro il Fulham ma aiutato da un generosissimo rigore regalato dall’arbitro per un tuffo di Johnson in area e strada (innevata) spianata per gli uomini di Mancini, che ora sono a +2 sui rivali cittadini. Tre punti che sanno di ossigeno per i Wolves, che al Loftus Road vanno sotto contro il QPR ma ci pensa Cissè ad aiutarli facendosi espellere (ingiustamente, a essere onesti) e lasciando i compagni in 10, permettendo così la rimonta e la vittoria finale per 1-2 del Wolverhampton. Male l’Everton invece, che dopo aver battuto il Manchester City a metà settimana, pareggia in casa del modestissimo Wigan, ultimo in classifica, recuperando una super papera di Howard grazie ad Anichebe che fa 1-1 e dovrà farsi offrire dal portierone americano almeno un paio di birre.

RISULTATI E CLASSIFICHE – Con ancora Liverpool-Tottenham da giocare per il Monday Night, ecco risultati e classifiche dopo la ventiquattresima giornata di Premier League: Arsenal-Blackburn 7-1; Wigan-Everton 1-1; WBA-Swansea 1-2; Stoke-Sunderland 0-1; QPR-Wolves 1-2; Norwich-Bolton 2-0; Manchester City-Fulham 3-0; Newcastle-Aston Villa 2-1; Chelsea-Manchester United 3-3

Manchester City 57; Manchester United 55; Tottenham*49; Chelsea 43; Newcastle 42; Arsenal 40; Liverpool*38; Sunderland 33; Norwich 32; Swansea, Everton, Stoke 30; Aston Villa 28; Fulham 27; WBA 26; QPR, Wolves 21; Bolton 20; Blackburn 18; Wigan 16

Scrivi un commento