Basket serie A, playoff: impresa di Pesaro che elimina Cantù

domenica 27 maggio 2012

Roma – La Scavolini batte Cantù alla NGC Arena per 69 a 78 e raggiunge Milano in semifinale, vittoria di squadra suggellata da un fantastico James White, autore di 21 punti, e dall’ex di turno Tau Lideka.

SORPRESA“Abbiamo vinto grazie ad una splendida forza mentale. La vera forza di questa squadra – affermerà Dalmonte nel post-partita – è stata quella di essere ancora presenti nei play-off. Dobbiamo prendere la gara di Cantù per metabolizzare la nostra autostima e per trovarci pronti nella sfida contro Milano”. Impossibile non dar ragione al coach della Scavolini, i suoi ragazzi sembravano spacciati già all’inizio della serie, ancor di più dopo le prime due partite vinte dai canturini in casa; ma hanno saputo reagire e rimanere in campo fino alla fine, dimostrando una grande forza mentale che gli ha permesso di passare il turno. Pesaro parte subito forte (4-11) grazie ad Hickman e Jones, ma deve subire il ritorno di Cantù, che agguanta il pareggio di fine primo tempo (39-39) aggrappandosi alle giocate di Mazzarino e ai rimbalzi di Leunen. Il peggio sembra passato e ci si aspetta un secondo tempo regale della Bennet: niente di più falso, Pesaro continua a difendere bene sul perimetro e allunga nel finale della terza frazione (55-60) grazie a Jones e Lideka. Per Cantù è l’inizio della fine, i padroni di casa non riusciranno più a trovare il canestro con continuità e verranno abbattuti da White e Hacket, con l’ultimo abile direttore d’orchestra in attacco e pregevole francobollatore in difesa. Finisce 69 a 78, con lo spicchio dei tifosi pesaresi che canta a squarciagola per una semifinale inaspettata ma conquistata sul campo con merito.

 

Scrivi un commento