La Juve torna finalmente a sentire la “musichetta”

Torino – Sono tanti, forse troppi, gli anni trascorsi per un club come la Juventus senza ascoltare quella classica musichetta che tanto fa eccitare qualsiasi giocatore, dalla matricola al giocatore più esperto, e adesso finalmente dopo tutto questo tempo il club torinese è tornato a calcare i campi più importanti d’Europa, e che tra l’altra vedrà il suo esordio con i campioni in carica del Chelsea del tecnico italiano Roberto Di Matteo. Accendete i riflettori, o magari le tv se non potete seguire le gare allo stadio, e preparatevi al gran ritorno della Juventus nell’elite del calcio che conta.

Parla l’esperto Vialli – L’ex gloria juventina e blues Gianluca Vialli, esperto di champions, visto che l’ha vinta con la compagine bianconera nella finale di Roma nel 1996 contro l’Ajax, parla del debutto inEuropa della Juventus in un “derby” personale con l’altra sua squadra del cuore, quel Chelsea in cui ha giocato e ha allenato. ” Sarà la sfida tra due squadre che devono mettersi alla prova, una deve confermare quanto di incredibile ha fatto l’anno scorso, il Chelsea, laureandosi campione d’Europa, mentre l’altra deve mettersi alla prova perchè torna in Europa dopo molto tempo. Chi parte in vantaggio? Il Chelsea ha perso Drogba il suo asso, ma ha acquistato giocatori in grado di vivacizzare un gioco assai prevedibile. Gli uomini di Conte invece hanno dalla loro parte un bel gioco mirato al possesso palla e improntato su uno stile di gioco offensivo, infatti se c’è al momento una squadra italiana in grado di fare bene e sperare di andare avanti il più lontano possibile di certo è la Juve”.

Prima dell’Europa, c’è il Genoa – Sulla strada che porta all’Europa che conta, c’è anche quella italiana che porta a Genova, precisamente allo stadio”Marassi” dove domenica alle ore  i campioni di?Italia affronteranno il Genoa con l’unico obbiettivo di invertire i numeri, quei numeri che, a portata di mano, dicono che i bianconeri hanno sempre pareggiato negli ultimi tre incontri. Portare a casa tre punti sarebbe fondamentale, per arrivare alla sfida di Londra mercoledì carichi e concentrati, ma proprio la partita di champions potrebbe essere un nemico per la testa dei giocatori juventini.

Ritornano i nazionali – Per mister Conte buone notizie in vista del match contro il Genoa. Isla ha giocato ben 66 minuti con la sua nazionale mostrando di avere una buona condizione fisica e potrebbe essere tranquillamente arruolabile per domenica, mentre il suo connazionale Vidal con 90 minuti giocati sarà sicuramente dell’incontro. Vucinic tra l’altro ha segnato un gol bellissimo contro la Polonia restando poi in panchina per la gara successiva. Torneranno gli italiani e con loro anche Asamoah e lo svizzero Lichtsteiner. Non rientrerà invece il gioiellino francese Pogba impegnato in Cina in un quadrangolare con la Francia under20 , dove tra l’altra sta mostrando di avere grandi doti tecniche dispensando assist e numeri da vero campione.

Ipotesi mini turn-over – A Vinovo oggi la Juve ha effettuato una doppia seduta di allenamento, e secondo le indicazioni tratte, il favorito per affiancare Vucinic in attacco sarebbe Alessandro Matri. Con il fatto che non è stato convocato in nazionale, ha potuto sfruttare la pausa per scalare qualche posto nelle gerarchie dell’attacco. Un’ipotesi sarebbe anche quella di far rifiatare Chiellini e Asamoah, quest’ultimo tornato stanco dall’impegno con la sua nazionale mentre Isla e Vidal hanno goduto di un giorno di riposo, ma solo domani Conte scioglierà gli ultimi dubbi sulle convocazioni e sul turn over eventualmente da adottare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *