Napoli, presentati i nuovi arrivi

NAPOLI – Si è finalmente tenuta la conferenza stampa di presentazione dei nuovi arrivi in casa azzurra. Presentati l’ex Genoa Giandomenico Mesto, il difensore brasiliano Bruno Uvini e l’erede di Hamsik, il centrocampista ex Brescia El Kaddouri. A presentarli è stato il direttore Bigon. Ecco le loro dichiarazioni.

MESTO – “Non è un punto di arrivo il Napol, ma un obiettivo raggiunto. C’è bisogno di lavorare molto, ripagare con i fatti la fiducia della società che mi ha dato questa occasione. Ci sono tutte le prerogative per far bene ma devo lavorare e tirare fuori il massimo. A questi livelli è fondamentale la continuità di rendimento. Vincere? Si, sono consapevole che questo gruppo ha grandi ambizioni. Proverò a dare il mio contributo, mettendomi al servizio della squadra e dell’allenatore”.

UVINI – “Era la prima volta che andavo via dal Brasile e ho dovuto adattarmi ad un campionato particolare, difficil da quello brasiliano e italiano. Il brasilerao ha un ritmo diverso, ma sta migliorando con giocatori come Forlan e Seedorf che stanno alzando il livello. Il campionato italiano è sicuramente difficile, ma per un difensore è il migliore del mondo. Mondiali in Brasile? Sicuramente! Se gioco nel Napoli e mi affermo in questa piazza avrò possibilità. Napoli è ben vista in tutto il mondo. Thiago Silva per me è un idolo, l’ho osservato molto in nazionale. Lui mi ha detto di venire in Italia, questa è la migliore scuola difensiva per migliorarsi. Lucio è Lucio, io sono Bruno e devo dimostrare ancora tutto”

EL KADDOURI
 – “Arrivare a fine mercato non è mai semplice, perchè la squadra ha svolto il ritiro ma mi hanno accolto tutti molto bene e non si percepisce neanche la differenza tra giovani ed esperti. E’ un gruppo molto unico, la condizione fondamentale per dare il meglio sul campo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *