Napoli-Aik, le interviste: la notte di Edu Vargas e Rosati

NAPOLI – Esordio positivo per il Napoli in Europa League. Gli azzurri scendono in campo con le seconde linee, soffrono un pò, ma alla fine dilagano. Tripletta di Vargas e rete di Dzemaili. Risultato finale 4-0. Ecco le impressioni dei protagonisti, dell’allenatore Frustalupi, e del presidente De Laurentiis:

Antonio Rosati – “Ringrazio per i complimenti, questi meriti vanno anche ai miei compagni di squadra che hanno dato il massimo. Sapevamo che l’Aik era un gruppo molto valido che ci avrebbe messo in difficoltà. Siamo stati bravi a sbloccare subito la gara senza mai mollare dopo i gol realizzati”.

Edu Vargas – “Sono molto contento per la tripletta. La dedica? Alla mia famiglia e soprattutto a mio nonno che non c’è più. Rivincite? No, qui avremo tutti spazio nel corso della stagione”.

Blerim Dzemaili – “Vincere così vuol dire che siamo bravi, sono felice per la squadra perché abbiamo giocato benissimo. Coloro che non giocano spesso hanno fatto bene, è un segnale importantissimo per il mister. Consiglio per El Kaddouri? Inserirsi a Napoli non è facile, non credo che abbia bisogno di consigli perché in allenamento è bravissimo. Può migliorare tantissimo da noi, col tempo entrerà a far parte dei titolari. Europa League? Voglio andare lontano, quest’anno è possibile. Noi ci divertiamo in tutte le gare, abbiamo una rosa competitiva. Hamsik? Dispiace per la sua espulsione, anche lui è rammaricato”.

Nicolo Frustalupi (vice Mazzarri) – “Siamo felici per Vargas, gli mancava solo il gol. Oramai si è ambientato, ha capito tutte le dinamiche della squadra. Perché abbiamo sofferto in avvio? Forse perché abbiamo cambiato tanti calciatori, ma bisogna dare merito anche all’Aik perché in Svezia è seconda in classifica. È una squadra pericolosa, non era facile giocare bene contro fin dall’inizio. Nella ripresa sono calati e ci siamo espressi meglio”.

Aurelio De Laurentiis – “Vargas è Vargas. Sapevamo quanto valeva, noi eravamo tranquilli anche dei soldi spesi. Gli altri hanno messo pressione sul calciatore e questo non ha contribuito a farlo crescere. Ora questi gol lo faranno sicuramente esplodere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *