Beffa-Valdes: il Parma acciuffa all’ultimo un’ottima Fiorentina (1-1)

PARMA – “Rigore sbagliato, rigore subito”. E’ la nuova Legge del Calcio applicata a Parma-Fiorentina, primo anticipo della quarta giornata di A. Al “Tardini”, la squadra di Montella passa in vantaggio, gioca meglio per oltre un’ora, rischia di subire il pari, non si scompone, sbaglia un pernalty con Jovetic alla penultima curva e poi, all’ultimissima, subisce il ritorno ducale con Valdes che (al secondo tentativo dagli undici metri: sul primo era stato strepitoso Viviano) si fa perdonare e dà al 93′ a Donadoni un punto insperato.

IN CAMPO – Il tecnico ducale propone il solito 3-5-2 con la coppia di attaccanti scelta per questa Collezione Autunno 2012: Pabon e Belfodil; in cabina di regia Jaime Valdes con gli scudieri Parolo e Galloppa, Rosi e Gobbi in fascia mentre dietro, out Zaccardo, c’è l’ex cesenate Benalouane. I gigliati rispondono con uno schieramento speculare, ma con più fosforo: Borja Valero, Mati Fernandez e Pizarro in mezzo mentre ad affiancare Jovetic a sorpresa c’è il baby-Seferovic e non Toni.

PRIMO TEMPO – A farsi preferire sono gli ospiti (Jo-Jo è imprendibile) mentre nelle file parmensi Pabon è il più in palla. Poi, al minuto 20, Roncaglia, un difensore, si inventa il gol della domenica -pardon del sabato- con un destro dai 25 metri che batte Mirante: 0-1 e Parma che, da lì in poi, ci capisce ancora meno. La prima reazione si ha al 29′ quando Lucarelli jr. coglie il palo su un’inzuccata a Viviano battuto: tuttavia sono i viola a controllare il match e ripartire ala grande mentre il pur generoso Belfodil non riesce a pungere. Al 34′ è ancora Roncaglia, versione-goleador, a sfiorare il 2-0 e il bis personale con un’ottima spizzata di testa sulla quale Mirante si salva grazie anche al palo. Ma che paura!

SECONDO TEMPO – La ripresa si apre con gli stessi effettivi e… una gran punizione di Fernandez -fin qui ancora in ombra e poco inserito nella ‘maquina’ Viola- che mostra uno dei pezzi pregiati del suo (discontinuo) repertorio: pallone di poco a lato. Il Parma prova a pungere ripartendo ma è solo grazie all’unica ingenuità di Roncaglia che trova il penalty che, però, Valdes si fa parare da Viviano (55′). Montella fiuta l’aria e subito dopo avvicenda Fernandez con Romulo. Seferovic è invisibile, Jovetic poco preciso e allora Donadoni tenta la mossa: prendendosi un bel pò di fischi, toglie Belfodil e Pabon per Amauri e Palladino (66′). La sorte non lo aiuta: 3′ e Palladino va KO (!). Il tecnico ducale deve allora ‘spendere’ l’ultimo cambio, avvicendandolo con Ninis. Sull’altro fronte, Montella mette Toni per Seferovic e, poco dopo, prova ad addormentare il match con Migliaccio per Cuadrado.

FINALE-THRILLING – Ma il bello deve ancora venire: in 2′ prima Rosi e poi Gobbi hanno due buone chance (il secondo ci riprova ancora al 78′ senza fortuna) per impattare; Jovetic è ancora poco  preciso (73′ e 83′, quasi un segnale della prossima sventura) e completa il suo grigio secondo tempo all’87’ quando, dopo che Cassani ha costretto Rosi al fallo da rigore e al ‘rosso’, non angola troppo il tiro dal dischetto e concede gloria pure a Mirante. Questo secondo shock finalmente ridesta il Parma che, in 10 e in svantaggio, trova la migliore occasione del match con un colpo di testa di Amauri respinto ancora ala grande da Viviano e poi, a causa di un ingenuità di Toni (fallo di mano) il nuovo penalty: Valdes -con grande coraggio- si ripresenta a duello col n.1 ospite e stavolta fa esplodere il “Tardini” all’ultimo giro di orologi: 1-1. Non c’è nemmeno tempo di imprecare per i toscani che finisce qui. Parma impaurito e a tratti in soggezione di fronte alla ‘nuova’ Fiorentina di Montella, che poteva trovarsi a quota 9 dopo solo e tre giornate. E che, invece, butta alle ortiche un pomeriggio di buon calcio e, tra disattenzioni e il penalty di Jovetic, regala nel finale il pari ai crociati che avevano fatto poco, pochissimo: ma che l’hanno fatto maledettamente bene in quegli ultimi, concitati minuti.

Parma-Fiorentina 1-1 (0-1)

MARCATORE Roncaglia (F) al 20′ p.t., Valdes (P) al 48′ s.t.

PARMA (3-5-2) Mirante; Benalouane, Paletta, Lucarelli; Rosi, Parolo, Valdes, Galloppa, Gobbi; Pabon (dal 20′ s.t. Amauri), Belfodil (dal 21′ s.t. Palladino, dal 25′ s.t. Ninis). (Pavarini, Bajza, Maceachen, Zaccardo, Fideleff, Morrone, Musacci, Acquah, Marchionni). All. Donadoni

FIORENTINA (3-5-2) Viviano; Roncaglia, Rodriguez, Tomovic; Cuadrado, Mati Fernandez (dal 16′ s.t. Romulo), Pizarro, Borja Valero, Cassani; Seferovic (dal 24′ s.t. Toni), Jovetic. (Neto, Lupatelli, Hegazy, Camporese, Savic, Migliaccio, Olivera, Llama, Pasqual, Ljajic). All. Montella

ARBITRO Valeri di Roma-2

NOTE ammoniti Pizarro (F), Galloppa e Valdes (P) per gioco scorretto, Benalouane (P) e Toni (F) per c.n.r., Rosi (P) per simulazione. Espulso Rosi (P) al 42′ s.t. per fallo da ultimo uomo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *