Raimondi rovina in extremis la ‘prima’ di Gasp: Atalanta-Palermo 1-0

BERGAMO – Quasi una partenza-sprint come l’anno scorso, e pazienza se anche stavolta c’ l’handicap (i 2 punti di penalità). L’Atalanta di Colantuono, pur con una rete di Raimondi a due minuti dal 90’, piega il Palermo alla prima uscita di Gasperini tecnico e coglie il secondo successo di fila dopo quello a domicilio sul Milan, salendo a quota 5. Dal canto loro gli ospiti, rimangono a 1 punto, con ben 3 KO nelle prime quattro uscite: ma oggi, quello dell’ex allenatore di Inter e Genoa, era solo un brodino. Il vero torneo per Gasperini comincia dalla prossima gara: però il tempo stringe, il turno infrasettimanale è già dietro l’angolo.

IN CAMPO – Orobici col solito 4-4-2 con Moralez dietro a Denis, Brivio che sostituisce ancora Peluso e Ferri-Raimondi sul binario di destra: sono gli stessi ‘undici’ di “San Siro”:. I rosanero rispondono subito col 3-4-3 caro al gasp: ne fa le spese però Miccoli, out dall’inizio, con Hernandez supportato da Giorgi e Ilicic, mentre Rios conquista una maglia da titolare al centro accanto a Barreto; dietro è Donati il terzo centrale accanto a Munoz e Von Bergen.

PRIMO TEMPO – E’ il Palermo a partire meglio (Ilicic particolarmente in palla) e Munoz a sfiorare il vantaggio al 9’ su colpo di testa. Si ripeterà al 38’, battendo Consigli, ma la rete verrà annullata all’argentino per posizione di offside. Nel mezzo, buona circolazione di palla dei padroni di casa col duo centrale Cigarini-Cazzola di lotta e di governo. Al 31’ altra chance per gli ospiti ma Consigli è attento sul tracciante di Barreto mentre, 5’ dopo, è Raimondi, imbeccato da Moralez, a sbagliare l’aggancio tutto solo in area, perdendo l’occasione di freddare Ujkani. C’è ancora tempo per la rete annullata a Munoz e per due ‘gialli’ ai danni dei nerazzurri: Manfredini prima e Lucchini poi per contenere un Ilicic come da tempo non si vedeva.

SECONDO TEMPO – La ripresa si apre con gli stessi effettivi e lo stesso… Ilicic che prova ancora la giocata al 52’. Sull’altro versante, qualche timido segnale di Denis e Moralez. Dopo 15’, Colantuono mette dentro l’ex Varese De Luca (subito pericoloso con un’incursione al 63’) in vece di Bonaventura mentre Gasperini toglie, a sorpresa, il migliore in campo, Ilicic, per dare minuti a Miccoli. Ma il canovaccio della ripresa non cambia, con l’Atalanta ora più propositiva: al 69’ è ancora De Luca a impensierire la retroguardia siciliana ma, imbeccato davanti a Ujkani, non trova di meglio che calciargli addosso. Miccoli non ha un grande impatto sul match e allora ci pensa ancora il baby De Luca a regalare qualche emozione: grande spunto a saltare due avversari, prima dell’uscita tempestiva di Ujkani (80’). Ci si avvia allo 0-0 quando Raimondi, di testa, su corner di Cigarini, fa esplodere lo stadio “Azzurri d’Italia”: 1-0! C0è tempo solo per l’inutile ingresso di Dybala (troppo tardi) e il raddoppio ‘divorato’ dal neo-entrato Troisi che non sfrutta a dovere il servizio dell’indiavolato De Luca (e chi, sennò?!): è nata una stella?

ATALANTA-PALERMO 1-0 (0-0)

Atalanta (4-4-1-1): Consigli; Ferri, Lucchini (28′ st Stendardo), Manfredini, Brivio; Raimondi, Cigarini, Cazzola, Bonaventura (15′ st De Luca); Moralez (38′ st Troisi); Denis
A disp.: Frezzolini, Polito, Matheu, Scozzarella, Palma, Parra. All.: Colantuono

Palermo (3-5-2): Ujkani; Munoz, Von Bergen, Garcia; Morganella (45′ st Dybala), Giorgi (32′ st Pisano), Rios, Barreto, Donati; Ilicic (18′ st Miccoli), Hernandez
A disp.: Benussi, Dybala, Labrin, Milanovic, Cetto, Viola, Kurtic, Bricchetto, Budan. All.: Gasperini

Arbitro: Giacomelli

Marcatori: 43′ st Raimondi (A)

Ammoniti: Lucchini, Manfredini, Cigarini, Troisi (A), Ilicic, Giorgi, Donati (P)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *