Bundes 4^ – Bayern e Eintracht creano il vuoto. L’Amburgo resuscita e abbatte il Dortmund

GERMANIA- Dopo quattro giornate in Bundesliga si ha il primo e concreto tentativo di fuga. Il Bayern Monaco passa a Gelsenkirchen con un terribile uno-due in apertura di secondo tempo e centra la quarta vittoria su quattro partite disputate, dando l’ennesima dimostrazione di forza a tutte le rivali per la lotta al titolo. L’unico a tenere il passo di Muller e compagni è l’Eintracht di Armin Veh che vince e convince sul difficile campo del Norimberga, proseguendo appaiato in testa proprio ai bavaresi. Falliscono, invece, in questa domenica evidentemente pro Bayern, tutte le autentiche rivali della squadra di Heynckes, a partire dai campioni in carica del Dortmund, stesi ad Amburgo dalle giocate e dai gol del coreano Son.

Bayern e Eintracht: la strana coppia non si sfalda- Le due capoliste erano attese questa domenica da due impegni tutt’altro che facili. Entrambe impegnate in trasferta e contro avversari di tutto rispetto, Bayern e Eintracht, ribadiscono il loro splendido momento di forma andando a vincere rispettivamente a Gelsenkirchen, contro uno Schalke galvanizzato dalla vittoria di Atene sull’Olimpyakos, ed a Norimberga, contro una delle più belle realtà di questa prima parte di Bundes. Il Bayern liquida uno Schalke dannatamente sfortunato con una prima parte di secondo tempo all’arma bianca, durante la quale i bavaresi stendono le resistenze della squadra di Steevens, prima con Kroos e poi con il capocannoniere Thomas Muller. L’Eintracht, dal canto suo, fa festa a Norimberga grazie alle reti dell’ex Napoli, Hoffer, e di quel piccolo fenomeno rispondente al nome di Inui. A nulla vale a un quarto d’ora dalla fine il gol della bandiera per i padroni di casa, recante firma Polter. La strana coppia resta così sempre più sola in vetta a una classifica già sorprendentemente lunga e aumenta a cinque i punti di distanza dal gruppetto di lente inseguitrici.

A quota 7 si perde. Prima sconfitta per Borussia, Hannover, Norimberga e Schalke- Se a Monaco hanno tanto di cui sorridere davanti ai loro boccali colmi, lo si deve anche e soprattutto alla clamorosa battuta d’arresto vissuta dal Borussia Dortmund, battuto ad Amburgo da una squadra fino ad allora ancora a secco di punti e in piena crisi di fine estate. Il Dortmund mostra di poter reggere con difficoltà il doppio impegno, campionato e Champion’s League, lasciandosi sbaragliare dalla giornata di vena del giovane sudcoreano Son, che con una doppietta spiana la strada dei suoi verso la prima affermazione stagionale. A Klopp non basta la splendida doppietta di Perisic, annullata dai gol del talentino sudcoreano e di Ilicevic, e a far notizia in casa Borussia restano le molte disattenzioni difensive che hanno segnato un match stortissimo per i colori gialloneri. Lo Schalke, come detto sopra, al solito fallisce la prova di maturità in casa contro il Bayern, confermando di essere squadra grande con i deboli e piccola contro le grandi. Il Norimberga ridimensiona il proprio brillante avvio con la sconfitta contro l’Eintracht capolista, mentre fa scalpore la caduta dell’Hannover ad Hoffenheim. Gli uomini di Slomka, passati assai presto in vantaggio grazie alla sfortunata deviazione di Delpierre nella propria porta, si fanno rimontare dalla rabbia dei padroni di casa e dalla giornata di grazia vissuta dagli americani di Germania, Johnson e Williams, ben coadiuvati dal vecchio Salihovic. Grande prestazione e finalmente tre punti per un Hoffenheim che si leva quello zero in classifica che iniziava a pesare come un macigno sulle prestazioni dei ragazzi di Markus Babbel.

Fortuna Dusseldorf ancora imbattuto. Il Mainz inguaia l’Augsburg- Nelle altre partite di giornata prevale nettamente il segno x. Il Fortuna Dusseldorf mantiene la propria imbattibilità pareggiando in casa contro un discreto Friburgo. Tre pareggi e una vittoria per il Fortuna, a conferma di come questo sia l’anno delle neopromosse, con addirittura due su tre ancora imbattute dopo quattro gare. L’altra neopromossa, la matricola assoluta Greuther Furth, esce indenne da Wolfsburg, dove Olic basta a replicare all’autogol di uno sbadato Pogatetz ma non a ribaltare le sorti del match. Pareggio e poco spettacolo anche a Leverkusen, con il Gladbach subito in vantaggio ma raggiunto già al quarto d’ora da Kadlec per l’uno a uno finale. Gara vibrante, invece, a Brema tra Werder e Stoccarda. Gli uomini di Schaaf avanzano di due con un grande primo tempo nel quale vanno a segno ancora De Bruyne e il nazionale austriaco Junuzovic; ma nella ripresa i verdi mollano la presa sul match lasciando ad Harnik la possibilità di riaprirlo in apertura di secondo tempo e concedendo il meritato pareggio ospite alla vecchia volpe Cacau, a dieci dal termine. Chiude la giornata la partita di Magonza, dove il Mainz centra l’appuntamento con i tre punti nel delicato scontro diretto contro l’Augsburg. Nel due a zero finale vanno a segno Ivanschitz e Szalai; due gol versione bombola d’ossigeno che danno respiro a Tuchel e a tutto l’ambiente dopo un inizio di stagione tormentato.

Risultati

Norimberga – Eintracht Francoforte 1-2; Fortuna Dusseldorf – Friburgo 0-0; Amburgo – Borussia Dortmund 3-2; Mainz – Augsburg 2-0; Wolfsburg – Greuther Furth 1-1; Schalke 04 – Bayern Monaco 0-2; Bayer Leverkusen – Borussia M. 1-1; Werder Brema – Stoccarda 2-2; Hoffenheim – Hannover 3-1

Classifica

Bayern Monaco, Eintracht Francofore 12; Borussia Dortmund, Schalke 04, Hannover, Norimberga 7; Fortuna Dusseldorf 6; Wolfsburg, Friburgo, Borussia M. 5; Mainz, Greuther Furth, Bayer Leverkusen, Werde Brema 4; Amburgo, Hoffenheim 3; Stoccarda 2, Augusta 1.

Marcatori

Muller (Bayern Monaco) 4; Kroos (Bayern Monaco), Mandzukic (Bayern Monaco), Son (Amburgo) 3.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *