Recopa, festeggia il Santos di Neymar: 2-0 sull’Universidad de Chile

SAO PAULO – All’Estádio do Pacaembu, davanti a quasi 24.000 spettatori, è andata in scena la finalissima di ritorno della Recopa Sudamericana 2012. Nella gelida notte brasiliana, il Santos di un Neymar-luci-e-ombre solleva per la prima volta nella storia l’ambito trofeo. L’Universidad de Cile, sconfitto 2-0, ci ha provato fino all’ultimo, dopo aver tenuto botta nella gara di andata (0-0).


I festeggiamenti del Santos

DOPPIA SFIDA – Fondato nel 1988, il torneo organizzato dalla CONMEBOL mette a confronto i campioni dell’anno precedente (2011): in Copa Sudamericana trionfò l’Universidad de Chile, in Libertadores i brasiliani del Santos. I cileni arrivano alla Recopa con la nomea di “Barcelona del Sudamerica”: gli emuli dei catalani non hanno mai perso durante la competizione e hanno sempre vinto in casa. Anche la gara di andata aveva confermato la solidità dei cileni, che ringraziando Neymar per un rigore sbagliato, avevano mantenuto l’inviolabilità casalinga.

LA NOTTE DI NEYMAR – Anche al ritorno i brasiliani non hanno vita facile, perché la “U” domina l’incontro dal primo minuto. Il Santos capisce di dover sfoderare le armi migliori, non a caso l’1-0 nasce da una grande giocata collettiva, capitalizzata da Neymar. Armonia del calcio. Il ‘gioiello’ del Santos conferma però lo scarso feeling con i tiri dal dischetto, tanto che Johnny Herrera, esperto portiere cileno, indovina la traiettoria della conclusione e rimanda il raddoppio del Peixe. Il cabezazo di Bruno Rodrigo chiuderà poi la partita, lasciando all’Universidad de Chile il rammarico di non aver concretizzato la supremazia del primo tempo. A Neymar -premiato anche come migliore in campo- l’onore di sollevare il suo secondo trofeo internazionale. E dopo i coriandoli e la festa, spente le luci, il pensiero del talento carioca sarà andato a un’altra coppa, la Coppa del Mondo, tra due anni, sempre in terra brasiliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *