Lega Pro: Salernitana da record, ma il palcoscenico è anche per Paganese e Savona

Coreografia della tribuna di Pagani prima del derby con l’Avellino

Girone A 

INCIAMPANO LECCE E CARPI: TRAPANI CAPOLISTA- A distanza di otto mesi dalla beffa patita nelle ultime giornate della scorsa stagione, dominata in largo e lungo dai granata, il Trapani si ritrova in vetta con ambizioni rinnovate. Nella domenica di Lega Pro i granata battono il fanalino Treviso per 2-3, dopo il doppio vantaggio siciliano maturato nella prima frazione, c’è la reazione dei padroni di casa guidata dal neo-entrato Madiotto che riequilibra la situazione, nel finale però la rete di Pacilli regala i 3 punti al Trapani che sale al primo posto a quota 35 punti. Segue ad un punto di distanza l’ex capolista Lecce travolta per 3-1 dal San Marino sotto i colpi di Massimo Coda (doppietta per lui), terza vittoria di fila per i sanmarinesi che ora con 28 punti iniziano a credere alla promozione. Continua il momento di chiaroscuro per il Carpi che appare nettamente ridimensionato dopo la sosta natalizia, pari a reti bianche in casa contro il Portogruaro per gli emiliani che salgono a quota 31 punti. Approfitta del turno di riposo del SudTirol il Virtus Entella che batte 2-0 l’Albinoleffe (ripiombato in zona play-out) e si posiziona al quarto posto in compagnia dei tirolesi con 30 lunghezze. Frena il Pavia, battuto per 2-0 dal Lumezzane che grazie a questi tre punti sembra rientrare in corsa per i posti che contano. Nelle parti basse della classifica chiudono le pesanti vittorie del FeralpiSalò e del Como (Super Mendicino, doppietta) rispettivamente 1-0 alla Cremonese e 4-0 al Tritium, che gli consentono di uscire dalla linea dei play-out. Rinviata Cuneo-Reggiana.

Girone B 

FRENANO LE PRIME, SI RIACCORCIA LA GRADUATORIA- Nell’anticipo del sabato pareggio tra la capolista Latina e la Nocerina, molossi in vantaggio subito con Mazzeo dal dischetto, la reazione pontina non si fa attendere e al 25° arriva il pari di Barraco su punizione; nella ripresa il Latina prova a sfruttare la superiorità numerica (espulso Giuliatto) ma il risultato non cambia: Latina sempre primo con 37 punti, Nocerina quarta con 10 punti di ritardo dalla vetta. Pareggio che risulta essere un punto guadagnato per i pontini, infatti nel derby campano giocato lunedì sera l’Avellino crolla a Pagani: irpini in vantaggio alla fine della prima frazione con Angiulli, nella ripresa però si scatena la Paganese che grazie alle doppiette di Caturano e Scarpa sigilla il risultato sul 4-1. Avellino secondo con 35 punti, Paganese a metà classifica con 25 punti, ma se queste sono le potenzialità i bianco-blu possono credere nei play-off distanti solo 2 punti. Inaspettata sconfitta per il Frosinone a Andria, vittoria di misura 1-0 per  i pugliesi che non perdono il treno salvezza, ciociari fermi a 7 lunghezze dalla vetta. Chiude il trend negativo delle prime il Pisa, sconfitto anch’esso di misura dal Barletta che trova la seconda vittoria consecutiva e sembra aver trovato lo spirito giusto per lottare per la salvezza. Chi approfitta di questi passi falsi sono il Perugia e il Prato. Gli umbri vincono il difficile derby con il Gubbio (alla quarta sconfitta consecutiva e ora in zona play-out) per 2-3 e agganciano Nocerina e Pisa con 27 punti. Due punti in meno per il Prato che vince 3-0 il  derby con il Viareggio condito da tre espulsioni e due rigori, decisivo Tiboni con una doppietta. Chiudono le vittorie interne del Benevento ai danni del Catanzaro con annesso sorpasso in classifica e della Carrarese sul Sorrento nello scontro salvezza, 5-0 per i toscani che abbandonano l’ultimo posto e si scrollano di dosso  le difficoltà di inizio stagione.

Seconda Divisione

Girone A 

CASTIGLIONE E SAVONA: MARCIA A DUE? – Continua il sogno del Castiglione che passa 2-1 in casa della Giacomense con doppietta di Ferrari e resta in vetta con 42 punti (salvezza ormai raggiunta). Non molla il Savona che nello scontro diretto casalingo con il Renate va sotto di due reti ma nel finale si aggrappa alla vena realizzatoria dello stopper Miale (doppietta) e nel giro di 10 minuti ribalta il risultato vincendo 3-2, restano due i punti di distanza dalla testa mentre il Renate resta in zona play-off con 32 punti. Perde punti la Pro-Patria che impatta in casa del Rimini per 1-1, ora il ritardo è di 4 punti. Finisce 1-1 anche l’interessante sfida tra Bassano e Monza che non spegne le velleità di promozione di entrambe. Non si gioca per maltempo lo scontro diretto tra Alessandria e Forlì e allora ne approfittano temporaneamente Mantova e Venezia. I virgiliani rosicchiano solo un punto perché non vanno oltre lo 0-0 con il Valle d’Aoste guidato superbamente dal portiere Frattali. Vittoria al 90° per il Venezia sul Santarcangelo grazie a Godeas. Chiudono in chiave salvezza le vittorie interne del Bellaria sul Casale e del Fano a Milazzo che relega i siciliani all’ultima piazza e con sei punti di distacco dalla penultima che è proprio il Fano.

Girone B 

SALERNITANA INARRESTABILE- Continua a vincere l’undici granata che fa suo il derby ad Aversa grazie a un gol del redivivo Montervino e allunga sulla seconda che ora è il Pontedera, distante 10 punti dalla prima. Pontedera che sbanca 0-3 Reggio Calabria (Hinterreggio) e approfitta dell’ennesima sconfitta dell’Aprilia contro un L’Aquila in forma: Aprilia fermo a 34 punti, mentre gli aquilani salgono a quota 31 in compagnia delle altre due abruzzesi Chieti e Teramo. Vittorie interne per le due compagini abruzzesi rispettivamente con Martina e Fondi (ultimo). Vittoria anche per il Poggibonsi che si ritrova quarto davanti al trittico degli Abruzzi, 2-1 al Campobasso terz’ultimo. A centro classifica vittoria per l’Arzanese sul Gavorrano 1-0 anche grazie alla grande prestazione del portiere di casa Aprea. Continua il buon momento del Lamezia che supera 2-1 il Borgo a Buggiano e fa un bel balzo in classifica salendo a 26 punti in compagnia di Gavorrano e Foligno, che pareggiano 0-0 in casa con il Melfi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *