Premier, 35^: Scatto Chelsea. Arsenal e Tottenham, solo pareggio

INGHILTERRA – Con il titolo già assegnato, l’attenzione sul campionato inglese si riversa tutta sulla corsa Champions. Escluso il City, che batte il West Ham e rimane ben saldo al secondo posto, la corsa a tre fra Arsenal, Chelsea e Tottenham si fa sempre più entusiasmante quanto complicata. Si deciderà tutto probabilmente l’8 maggio, quando gli Spurs e i Blues si affronteranno nel recupero della ventinovesima giornata, un dentro-fuori che potrebbe segnare indelebilmente la stagione delle due compagini.

RISCHIO SPURS – Per il Tottenham, il problema questa settimana si chiama Wigan Athletic. I Latics, a rischio retrocessione, necessitavano di punti dopo i tre passi falsi d’aprile; il Tottenham, incalzato da un Arsenal lontano parente della squadra sconclusionata d’inizio anno, doveva vincere per non perdere il treno Champions. Il risultato finale è un rocambolesco 2-2, un pareggio raggiunto dagli Spurs a partita praticamente finita con un autorete di Boyce, autore anche del primo goal: altre marcature di Bale e McManaman con una potentissima conclusione d’esterno; pareggio che complica il cammino di entrambe, in particolare del Wigan, che rischia di vedersi sfuggire l’Aston Villa, al momento quartultimo ed impegnato nel Monday night contro il Sunderland.

VALANGA LIVERPOOL – Fra i risultati più inaspettati del weekend, la goleada del Liverpool a Newcastle. Padroni di casa in balia di una squadra più cattiva e concentrata, capace di giocare un calcio propositivo e veloce anche senza il cannoniere Suarez: in rete Agger, il rientrante Borini, più Henderson e Sturridge (doppietta per loro). Mentre per Rodgers è la conferma che la squadra può toccare vette decisamente alte – manca solo la continuità – per Pardew ed il suo Newcastle è l’ennesima partitaccia di una stagione da dimenticare: a quota 37, in caso di vittoria dell’Aston Villa, si ritroverebbero invischiati in una pericolosa battaglia per non retrocedere.

DOMENICA DI VERDETTI – Nelle partite di domenica, pareggio senza reti fra QPR e Reading, che lasciano ora ufficialmente la Premier League. Chelsea vincente invece in casa contro lo Swansea con le reti di Oscar e Lampard, quest’ultimo ora ad una marcatura dal record di Bobby Tambling e con ancora quattro gare a disposizione per entrare ancor più nella storia. Nel match di cartello, pareggio fra Arsenal e Manchester United: partono forte i Gunners che trovano la rete in apertura con Walcott, ma a riportare la contesa in parità ci pensa il solito van Persie su calcio di rigore da lui procurato. Partita particolarmente nervosa – Sagna viene graziato da Dowd – e poco attiva, complice l’appagamento dei Red Devils e la sterilità in attacco dell’Arsenal, con Podolski, punta al posto dello squalificato Giroud, poco convincente.

I RISULTATI: Man City-West Ham 2-1; Everton-Fulham 1-0; Southampton-WBA 0-3; Stoke-Norwich 1-0; Wigan-Tottenham 2-2; Newcastle-Liverpool 0-6; Reading-QPR 0-0; Chelsea-Swansea City 2-0; Arsenal-Man Utd 1-1; Aston Villa-Sunderland lunedì sera.

LA CLASSIFICA: M. United 85; M. City* 71; Chelsea* 65; Arsenal 64; Tottenham* 62; Everton 59; Liverpool 54; WBA* 48; West Ham, Swansea* 42; Fulham, Stoke 40; Southampton 39; Norwich 38; Newcastle, Sunderland* 37; Aston Villa* 34; Wigan* 32; QPR, Reading 25. (*= Una partita in meno)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *