Tour de France: Rui Costa fa il bis, podio Radioshack, Froome sempre in giallo

Le Grand Bonard – Secondo tappone alpino dopo quello di ieri:  205km da Bourg d’Oisans a Le Grand Bonard, con il Col du Glandon e Col de la Madeleine(entrambi Hors Categorie) nei primi 100km, il Col de Tamiè(2° categoria), Col de l’Epinè(1° categoria) e infine il Col de la Croix Fry(1° categoria) posto a 13km dal traguardo. Ci si aspettava il solito copione: una fuga consistente con 9-10’ di vantaggio per la vittoria di tappa, e la lotta nel gruppo Maglia Gialla per la classifica generale(oramai quasi esclusivamente per i piazzamenti della top ten). All’imbocco del Col du Glandon è Hesjedal ad animare la fuga sganciando 20 corridori(tra cui gli italiani De Marchi, Moser e Cunego). Il canadese però insiste e sulla Madeleine scollina assieme a Pierre Rolland. I due collaborano molto bene(diversi gesti di ringraziamento tra di loro) fino ai piedi del Col de Tamiè, dove Hesjedal si pianta e lascia andare il giovane francese, il quale si invola e conquista dei successivi due GPM. Sull’ultima salita, il Col de la Croix Fry, il gruppo degli inseguitori in un primo momento esplode sugli attacchi di Bakelants e Navarro, ma successivamente torna ad avere un passo regolare fino ai meno 7km dallo scollinamento, dove Rui Costa scatta e va a riprendere il giovane Rolland, che verrà raggiunto poi dagli inseguitori.  Di nuovo si ripete il copione di Gap: Rui Costa svalica da solo e arriva trionfante a Le Grand Bonard con 48” sul secondo,Andreas Kloden, e 1’44” su Jan Bakelants.

Classifica- La classifica generale invece resta invariata: succede poco e niente nel gruppo della Maglia Gialla, se non un leggero forcing del Team Saxo Tinkoff sull’ultima asperità. Pierre Rolland invece fa incetta di punti per la Maglia a Pois, arrivando a un punto di differenza con il leader Chris Froome. Domani ultimo tappone alpino, ci si aspetta l’attacco di Rolland per  la conquista della Maglia a Pois e la lotta per le ultime posizioni di classifica nella top ten.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *