Spezia…lità estive vol.13

Tredicesimo e penultimo appuntamento con il contenitore settimanale sul mondo aquilotto prima che cominci la nuova stagione di Serie B.

ACQUISTI – Anche questa settimana può annoverare un nuovo arrivo in casa aquilotta: come già anticipato nello scorso numero, Alex Valentini è il nuovo secondo portiere dello Spezia. Proviene dalla Pro Vercelli a seguito dello scambio, con conguaglio, con Danilo Russo. Quindi un altro pezzo del Triplete di due anni fa lascia il Golfo, anche se lo fa in modo assolutamente professionale, senza polemiche (benché ne avrebbe potuto avere la possibilità, visto il precoce accantonamento della scorsa stagione dopo appena cinque incontri non giocati ai massimi livelli, senza mai più una prova d’appello, fino a scivolare al ruolo di terzo dopo l’arrivo di Guarna), ma anzi con la speranza, un giorno, di fare ritorno in maglia bianca. Al suo posto arriva uno dei migliori prospetti del ruolo, soprattutto uno dei migliori portieri della passata stagione, nonostante la retrocessione della sua squadra. Sa che dovrà fare il secondo al “futuro erede di Buffon”, come viene attualmente considerato Leali, ma sa anche che gli impegni certi del portiere titolare con l’Under 21, apriranno spesso la porta dello Spezia a lui, e non dovrà farsi sfuggire l’occasione per mettere in difficoltà Mister Stropppa.

CESSIONI – Detto di Danilo Russo, un altro giocatore ha lasciato lo Spezia nelle ultime ore, ed anche lui era uno dei pochi superstiti della promozione di due anni fa (l’ultimo è Madonna): Lorenzo Lollo. Il giocatore, che aveva espresso il desiderio di essere ceduto, probabilmente non vedendo sbocchi positivi per lui nel gioco di Stroppa, passa al Carpi in prestito con diritto di riscatto. La notizia non fa felici i tifosi aquilotti, molto legati al giocatore, uno di quelli che in campo mostravano grande impegno, con un alto rendimento, ma soprattutto grande attaccamento alla maglia bianca.

MERCATO – Ancora qualche colpo nella cartuccera di Romairone è pronto ad essere sparato, soprattutto a seguito della cessione di Lollo. Le ricerche sono in direzione di un centrocampista esperto e di un esterno d’attacco. Il nome di Farias, uscito nelle settimane scorse, pare impraticabile, visto il suo probabile approdo al Sassuolo, mentre per l’attacco a parte Lazarevic, che però difficilmente lascerà il Chievo, lo Spezia sta trattando con il Catania per Catellani.

PRESENTAZIONE – Mercoledì 21 Agosto, nella suggestiva cornice della Chiesa di San Pietro a Portovenere, avverrà la presentazione del nuovo Spezia ai tifosi. Madrina della manifestazione sarà Elisabetta Gregoraci, mentre i giocatori saranno presentati da Federico La Valle, speaker del Picco, con gli intermezzi comici degli spezzini-doc Stefano Nosei e Dario Vergassola e le note di Riccardo Borghetti, autore dell’inno dello Spezia.

TIM CUP – Sabato 10 Agosto si è giocata a La Spezia la partita valevole per il secondo turno di Tim Cup, tra i padroni di casa e la Pro Patria. Lo Spezia ha potuto schierare dal primo minuto Leali, a differenza di quanto preventivato, grazie alle azioni diplomatiche che hanno portato Di Biagio, nuovo tecnico dell’Under 21, a rinunciare al portiere per l’impegno amichevole che attendeva la Nazionale di categoria contro la Slovacchia. L’incontro con la squadra proveniente dalla Prima Divisione si è dimostrato più complesso del previsto e le Aquile hanno dovuto sudare molto per giungere alla vittoria, arrivata solo nei supplementari. Basti pensare che ad inizio ripresa, con un uno-due improvviso, la Pro Patria si è portata sul 2-0 grazie ad una doppietta dell’esperto bomber Serafini. Stroppa ha provato a porre rimedio con una doppia sostituzione,  Ferrari e Ciurra per Lollo e Rivas, e praticamente subito lo Spezia ha ridotto le distanze grazie al gol di Lisuzzo di testa su corner, per quella che ormai sembra una costante di questo precampionato e che risulterà sicuramente un’arma offensiva in più anche durante la stagione. Lo Spezia non è sembrato trarre enorme spinta dal gol, ma nonostante questo a dieci minuti dalla fine ha agguantato il pareggio ancora su colpo di testa su palla inattiva di un difensore, ma stavolta è toccato a Ceccarelli. Raggiunti i supplementari lo Spezia ha preso possesso del campo, e il dominio è stato premiato a fine primo tempo supplementare dal gol di Sansovini su rigore. Il piattone di Ebagua nel secondo tempo ha chiuso definitivamente i giochi. Ora per lo Spezia Sabato pomeriggio c’è l’attesissimo derby con il Genoa, partita che esalta i tifosi, subito accorsi in massa al botteghino, e preoccupa le autorità, che studiano soluzioni per evitare problemi in un match da bollino rosso. Recuperato Leali anche per la partita con i Grifoni, lo Spezia dovrà fare a meno di Magnusson, che rientra proprio in quei giorni dall’impegno con la Nazionale e probabilmente partirà dalla panchina, e Culina infortunato. Chi passa al turno successivo incontrerà la vincente tra Torino e Pescara.

SPEZIA-PRO PATRIA 4-2 d.t.s.

SPEZIA (4-2-3-1): Leali; Madonna; Lisuzzo; Ceccarelli; Migliore; Bovo; Sammarco (75′ Moretti); Lollo (55′ Ferrari); Sansovini; Rivas (55′ Ciurra); Ebagua. A disp.: Vozar; Russo; Ashong; Magnusson; Ceccaroni; Albaraccin. All.: Stroppa.

PRO PATRIA (4-3-3): Messina; Andreoni; Nossa; Polverini; Mignanelli; Bruccini; Calzi (95′ Ghidoli); Tonon; Giannone (65′ Gabbianelli); Serafini; Siega (110′ Giorno). A disp.: Feola; De Biasi; Taino; Vernocchi. All.: Colombo.

ARBITRO: Manganiello. Guardalinee: Bolano e Liberti. Quarto uomo: Giovani

MARCATORI: 51′ e 52′ Serafini (P), 55′ Lisuzzo (S), 105′ Sansovini (r,S), 116′ Ebagua (S)

NOTE: spettatori 3312. Ammonizioni: Sansovini e Moretti per lo Spezia, Bruccini, Nossa e Serafini per la Pro Patria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *