Brutto Milan, 1-1 con il Torino

MILANO – Alla fine vince la noia. 1-1 tra Milan e Torino, soporifero quanto giusto. Seedorf non risolve i problemi dei rossoneri: difesa fragile, esposta ai contropiedi avversari. Manovra macchinosa, incapace di produrre vere azioni da gol. La ricetta ideale per il Torino, che con rapide ripartenze rischia di mangiarsi il Milan in due bocconi. Al gol di Immobile nel primo tempo risponde Rami nel secondo, salvando Seedorf dalla sconfitta casalinga.

ALL’ATTACCO –
Eppure il Milan è pieno di buona volontà, quanto meno nell’assetto tattico: tre trequartisti d’ordinanza, con Honda, Kakà e l’inguardabile Robinho alle spalle di Pazzini. In difesa Abate finisce in panca, forse per sempre, con De Sciglio promosso sulla destra. Ventura risponde con Cerci e Immobile a formare un tandem velenosissimo: Bonera ed Emanuelson ne rimarranno traumatizzati.

MOTORE IMMOBILE – In effetti il Milan parte forte. Pressing alto e squadra corta, col Toro bloccato nella propria metà campo. Ma è al limite dell’area che arrivano i problemi: Pazzini viene servito poco e male, Montolivo incapace di dare verticalità alla squadra, trequartisti puntualmente imprecisi nei momenti che contano. Ne approfitta il Torino, che al primo colpo va in vantaggio: Immobile scatta sul filo del fuorigioco, si beve Bonera in un sorso e insacca alle spalle di Abbiati. 1-0 Torino.

CERCI SHOW – Il Milan non ci sta e reagisce subito: girata spettacolo di Pazzini, Padelli si supera in angolo. Ci si aspetterebbe un Toro all’angolo, invece è ancora Abbiati a tremare, un super Cerci centra al bacio per Farnerud, che di testa la piazza incredibilmente sopra la traversa. Il coccolone scuote il Milan solo in parte: i rossoneri macinano gioco lento e prevedibile, con tiri dalla distanza poco efficaci. Il più pericoloso è quello di Kakà, con Padelli che si fa trovare pronto. Si va negli spogliatoi: Milan impotente, Torino spietato.

DOLCE RAMI – Si torna in campo e il Milan pareggia. Lo fa con un tiro dalla distanza di Rami leggermente deviato. Il neo acquisto corona col gol una prestazione davvero buona. A differenza di Bonera sembra adeguato al ruolo. Il pareggio dà vitalità ai rossoneri, col Torino che col passare dei minuti cala fisicamente. Robinho segna un gol ma glielo annullano per fuorigioco: troppo bello per essere vero. Intanto Ventura blinda la squadra: inserendo El Kaddouri e Kurtic il Torino guadagna in possesso palla e alleggerisce la pressione. Seedorf manda in campo Saponara e De Jong ma alla fine il Milan non ne ha più. Ci vorrebbe una rigorazza provvidenziale, ma Balotelli è squalificato. Finisce 1-1 tra due squadre di pari livello. All’alba del 2014 questa è una realtà di fatto.


Milan-Torino 1-1
(primo tempo 0-1)
MARCATORI:
Immobile (T) al 17′ p.t.; Rami (M) al 4′ s.t.
MILAN (4-2-3-1): Abbiati; De Sciglio, Bonera, Rami, Emanuelson; Muntari (dal 18′ s.t. De Jong), Montolivo; Honda (dal 44′ s.t. Petagna), Kakà, Robinho (dal 30′ s.t. Saponara); Pazzini. (Amelia, Gabriel, Mexes, Abate, Zaccardo, Constant, Cristante, Essien). Allenatore: Seedorf.
TORINO (3-5-2): Padelli; Maksimovic, Glik, Moretti; Darmian, Basha (dal 24′ s.t. Kurtic), Farnerud (dall’8′ s.t. El Kaddouri), Vives, Masiello; Cerci (dal 48′ s.t. Meggiorini), Immobile. (Berni, Gomis, Rodriguez, Bovo, Pasquale, Tachtsidis, Barreto). Allenatore: Ventura.
ARBITRO: Damato di Barletta
NOTE: spettatori 35.200 per un incasso di 803.896,14 euro. Ammoniti Vives, Maksimovic, Pazzini, Bonera per gioco scorretto. Recuperi 0’ p.t. 4’ s.t.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *