Di Natale-Muriel. Il primo round di Coppa Italia all’Udinese

UDINE- Va all’Udinese l’andata di semifinale di Tim Cup. La squadra di Guidolin batte 2-1 la Fiorentina grazie ad una perla nel finale di Muriel. La qualificazione è ancora in bilico, si deciderà tutto tra sette giorni a Firenze: la Fiorentina avrà dalla sua il fattore campo, ma all’Udinese basterà il pari per accedere alla finale.

TURNOVER- Con gli impegni di campionato che incombono e una salvezza da conquistare, Guidolin mischia le carte e si affida al turnover. Fuori Basta, Danilo, Lazzari e Muriel, dentro Widmer, Bubnjic, Pinzi e Nico Lopez. Parte dall’inizio anche Di Natale. Molte le novità anche in casa viola dopo la disastrosa trasferta di Cagliari. Diakité, Pasqual, Borja Valero e Joaquin tornano titolari, solo panchina per l’ex Cuadrado. Parte meglio la Fiorentina che prova con il fraseggio breve a mettere in difficoltà la difesa dell’Udinese. Pochi però gli spazi e le occasioni, almeno nei primi venti minuti, latitano. Ci prova Vargas al 23′ ma il suo diagonale finisce a lato. Se da centrocampo in su la squadra viola dimostra freschezza e imprevedibilità, la fase difensiva è come sempre da registrare. Soprattutto sulla corsia sinistra Pasqual soffre i continui inserimenti di Widmer, l’ennesima sorpresa della cantera friulana. Proprio dai piedi del giovane terzino svizzero nasce l’azione che spezza l’equilibrio. Pasqual chiude in ritardo e per Di Natale (uno che quando vede viola si esalta) è un gioco da ragazzi segnare l’1-0. La reazione della Fiorentina è immediata; Matri spreca a tu per tu con Scuffet poi al 44′ Vargas dalla grande distanza sfodera il suo sinistro magico che vale l’1-1.

MURIEL-SHOW- Il pareggio pone in posizione di forza la Fiorentina che inizia la ripresa col piglio giusto. Al 47′ Borja Valero illumina per Matri ma la girata dell’ex attaccante del Milan termina di poco alta. Scuffet è attento su un destro di Joaquin poi è ancora Matri  a sfiorare il vantaggio ma la fortuna, questa sera, non assiste l’attaccante. Guidolin intuisce le difficoltà della sua squadra e corre ai ripari: dentro Muriel al posto di uno spento Nico Lopez (ad inizio ripresa era uscito anche Di Natale per far posto a Fernandes). Il colombiano ci mette poco per diventare assoluto protagonista: un minuto dopo il suo ingresso devia alto un cross dell’inesauribile Widmer poi costringe al grande intervento difensivo Gonzalo Rodriguez. Il terzo tentativo è quello giusto: all’83’ Muriel si libera al limite dell’area e trafigge un incerto Neto con un gran destro. E’ il 2-1 che fa impazzire lo Stadio Friuli e regala all’Udinese la possibilità di affrontare il ritorno con i favori del pronostico.

 

IL TABELLINO

UDINESE (4-4-2): Scuffet, Widmer, Bubnjic, Heurtaux, Domizzi; Pereyra, Allan, Pinzi (77′ Badu), Gabriel Silva; Nico Lopez (66′ Muriel), Di Natale (46′ Fernandes). All.: Francesco Guidolin.

FIORENTINA (4-3-3): Neto, Diakitè, Gonzalo, Savic, Pasqual; Mati Fernandez, Pizarro, Borja Valero (75′ Anderson); Joaquin (69′ Cuadrado), Matri, Vargas (88′ Matos). All.: Vincenzo Montella.

ARBITRO: Russo di Nola.

RETI: 37′ Di Natale, 44′ Vargas, 83′ Muriel.

NOTE: Ammoniti Vargas, Di Natale, Borja Valero, Muriel. Recupero 1’+3′

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *