Sochi 2014: ultime prove per la discesa libera, nel freestyle dominio delle Dufour-Lapointe, oro americano nello snowboard

Prima giornata di gare a Sochi che ha visto assegnare le prime medaglie nello snowboard e nel freestyle, inoltre lo sci alpino si prepara alle gare da medaglie con le prove della discesa libera maschile e femminile in attesa degli uomini-jet domani mattina.

SCI ALPINO – Nella prova di discesa libera maschile è stato Bode Miller il dominatore con il tempo di 2’06”09 ed è considerato il favorito numero uno per la medaglia d’oro, subito dietro Svindal che proverà ad insidiarlo fino alla fine per avere la meglio. Molto buona la prova degli italiani che ci fanno sperare per un possibile podio visto il terzo posto di Fill e il quarto di Hell, gli altri due azzurri hanno preferito scendere per conoscere meglio la pista senza forzare infatti Paris conclude 18mo e Innerhofer rallenta a metà tracciato. Nelle prove femminili abbiamo poche speranze di podio visto che le nostre atlete non hanno brillato: la migliore è Veronica Stuffer con l’undicesimo tempo. Dominatrice è di nuovo la Gisin che si mette alle spalle la connazionale Lara Gut e la sorpresa svedese di questa stagione di Coppa del mondo Kling, le altre big della discesa hanno preferito non partire per risparmiare energie.

SNOWBOARD – Da questa disciplina arriva la prima medaglia assoluta dell’olimpiade nella specialità maschile dello slopestyle: l’oro va all’americano Kotsenburg con 93,50 punti, l’argento al norvegese Sandbech con 91,75 punti e il bronzo al canadese MacMorris, che partiva come uno dei favoriti per la vittoria finale, con 88,75 punti. Domani il programma vede assegnare le medaglie femminili di questa specialità disputando prima le semifinali e poi la finale.

FREESTYLE – Nel freestyle oggi è andata in scena la gara delle gobbe donne dove era impegnata l’azzurra Deborah Scanzio, arrivata undicesima nella classifica finale dopo aver mancato la qualificazione per l’ultima parte della finale riservata alle prime sei su dodici rimaste ancora in gara. Nella prima parte la Scanzio si qualifica con molta fortuna occupando l’ultimo posto utile per il passaggio del turno, che è il dodicesimo, mentre la campionessa olimpica in carica, l’americana Kearney, chiude sorprendentemente addirittura al settimo posto. Nella seconda parte troviamo tre sorelle insieme a giocarsi un posto tra le prime sei, le canadesi Dufour-Lapointe, qui la musica cambia e la Kearney si piazza in testa alla classifica ristabilendo le gerarchie. Nell’ultima parte rimangono solo due delle tre sorelle canadesi che vanno a conquistare oro e argento, Justine Dufour-Lapointe con 22,44 punti e Chloe Dufour-Lapointe con 21,66, mentre la Kearney si deve accontentare del bronzo e abdicare dal trono olimpico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *