Coppa Italia, Benítez carica il suo Napoli «Gol e intensità per battere la Roma»

NAPOLI – «Con la Roma abbiamo perso due partite, ma sempre giocando bene. Dovremo ripeterci, e stavolta dalla nostra ci sarà il “San Paolo”». Punta forte sul fattore campo, Rafa Benítez, alla vigilia della semifinale di ritorno di Coppa Italia contro i giallorossi (mercoledì, ore 20.45): il 3-2 subito settimana scorsa all’Olimpico lascia tutto aperto in chiave qualificazione, e con la spinta dei 60.000 di Fuorigrotta riuscire a battere De Rossi e compagni – impresa riuscita in stagione soltanto alla Juventus – appare possibile.

FIDUCIA – La vittoria di sabato sera sul Milan ha certamente fatto bene al morale del collettivo partenopeo, uscito malconcio da un mese di gennaio al di sotto delle aspettative. Un 3-1 spettacolare e meritato, ottenuto però ai danni di un avversario non certo irresistibile che ha in qualche modo esaltato le caratteristiche offensive degli uomini di Benítez. Restano infatti i dubbi su un sistema difensivo ancora alla ricerca del tanto agognato equilibrio (e il fatto di non averlo raggiunto a metà febbraio è un dato che fa pensare), ma il rientro a pieno regime di Behrami e l’ormai sempre più prossimo innesto di Henrique potrebbero – e anzi dovrebbero – migliorare le cose.

FRECCIATINA – «Cosa serve per passare il turno? Fare un gol “legale” in più della Roma». Un’affermazione, quella del tecnico spagnolo, che richiama alla mente il gol dell’1-0 di Gervinho, partito in leggerissima posizione di fuorigioco al momento del meraviglioso assist di Totti: un errore assolutamente perdonabile che potrebbe però decidere l’esito del doppio confronto. «Ad ogni modo, sarà una partita da Champions – ha proseguito Benítez -: la Roma sa giocare sotto pressione, ma noi vogliamo intensità, fare gol e vincere». E sulle parole al miele pronunciate lunedì dal presidente De Laurentiis, l’ex allenatore del Liverpool si è detto «contento, perché è sempre bello sentire queste dichiarazioni dal nostro numero uno».

IN CAMPO – Ma chi partirà titolare contro gli uomini di Garcia? Pochi dubbi in difesa, con Reina, Maggio, Albiol e Fernández (ormai costantemente preferito a Britos nonostante una serie di prestazioni non certo esaltanti) sicuri del posto, mentre sulla fascia sinistra sarà ballottaggio tra Réveillère e Ghoulam. Confermata la mediana formata da Inler e Jorginho, è davanti che sono previste novità, perché dietro all’inamovible Higuaín potrebbe esserci Pandev (e non Hamšík), con Callejón a destra e Mertens favorito su Insigne dall’altro lato. Basterà per dare qualche dispiacere all’ex De Sanctis, per la prima volta a Napoli da ex? È quello che si augurano i sostenitori azzurri, per continuare a sognare la seconda Coppa Italia nel giro di tre stagioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *