Sochi 2014: il punto sul pattinaggio

SOCHI – Non si fermano le gare di pattinaggio, sia di velocità che di figura oltre allo short track. Medaglie e qualificazioni che hanno dato conferme e sorprese, anche in casa azzurra.

PATTINAGGIO DI VELOCITA’ – Che gli olandesi abbiano una marcia in più ormai è una certezza. Dopo il podio tutto arancione dei 5000m maschili arriva l’oro per Irene Wust nei 3000m femminili. Niente da fare per le inseguitrici staccate di moltissimo: la ceca Martina Sablikova ferma il cronometro a +1.61, mentre la russa Olga Graf, terza, chiude con un +3.13 che dice tutto sulla prova dell’olandese. Staccata, al 7° posto, la compagna di squadra Antoinette De Jong. Italia rappresentata da Francesca Lollobrigida che non va oltre il 23esimo posto.

Egemonia tutta arancione anche nei 500m maschili con Michel Mulder, Jan Smeekens e Ronald Mulder che si impongono sugli avversari. Tra di loro distacchi irrisori, rispettivamente +0.01 e +0.15. Male gli italiani con Mirko Nenzi 28esimo e David Bosa 31esimo.

E poteva mancare un’olandese nella 500m femminile? Ovviamente no. Ma questa volta per Margot Boer è “solo” un terzo posto alle spalle della coreana San Hwa Lee, che fermando il cronometro a 37.28 stabilisce il nuovo record olimpico, e della russa Olga Fatkulina. Delusione per l’azzurra Yvonne Daldossi 30esima.

PATTINAGGIO DI FIGURA – Dopo la gara a squadre, che ha visto l’Italia chiudere al quinto posto, vinta dalla Russia davanti a Canada e Stati Uniti, si è tornati oggi in  pista con lo short program delle coppie di artistico. Una gara che ha dato buone notizie all’Italia, con entrambe coppie qualificate per la finale, ma che ha lasciato l’amaro in bocca per la grossa indecisione sull’atterraggio di un salto di Stefania Berton, impegnata con Ondrej Hotarek, che li relega all’11esimo posto. Sedicesimi Nicole Della Monica e Matteo Guarise, caduta per lui, che conquistano l’ultimo posto disponibile per la finale. Due coppie russe (Volosozhar-Trankov e Stolbova-Kilmov), al momento, tra le prime tre, con il secondo posto provvisorio dei tedeschi Savchenko e Szolkowy che, ripresentando un vecchio programma sulla musica della Pantera Rosa, hanno coinvolto anche il pubblico di casa. Domani programma libero e podio.

SHORT TRACK – Prime medaglie assegnate anche nello short track con il canadese Charles Hamelin che conquista l’oro nei 1500m. Alle sue spalle Tianyu Han (Cina) e Victor An (Russia).

Bene le azzurre della staffetta nei 3000m che si sono qualificate per la finale che si terrà il prossimo 18 febbraio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *