Dopo lo scivolone col Bologna, il Toro cerca il rilancio a Verona

TORINO – Dopo l’inaspettato ko interno con il Bologna, il Torino fa a fare visita alla rivelazione della stagione, quel Verona di Mandorlini che domenica ha bloccato la Juve e che affianca l’Inter al quinto posto in classifica.

LA DURA LEGGE DEL GOL – Riprendendo le parole di Ventura, il match dell’Olimpico è stato un bagno di umiltà. Un Toro che veniva da quattro risultati utili consecutivi e che, forse, riteneva quella col Bologna una pratica da archiviare in fretta, tanto più che i rossoblu erano appena diventati orfani di Diamanti e tanto più dopo il vantaggio immediato di Immobile. Eppure i ragazzi di Ballardini hanno giocato la loro partita, senza aggredire più di tanto ma colpendo spietatamente in contropiede e difendendosi poi bene. Così hanno portato a casa tre punti inaspettati ma meritati.

CHI SALE E CHI SCENDE – A salvarsi non sono certo in molti; giusto Immobile, autore del vantaggio, e un po’ Cerci. Centrocampo e difesa hanno decisamente latitato. A distinguersi in negativo ci sono forse Padelli (che ha sulla coscienza la respinta incerta su cui si è avventato Cristaldo per l’1-2) ed El Kaddouri (mai in partita). Unica nota lieta per Ventura il rientro in campo di Larrondo dopo cinque mesi di di assenza;l’argentino ha fatto poco, ma di certo non lo si poteva pretendere.

ORA IL VERONA – Che dire? Nel campionato 1984-85 fu un match di cartello, tra la prima e la seconda in classifica. Quest’anno si rivela comunque un match in chiave Europa League, tra due compagini che stanno andando ben oltre le aspettative. Ventura dovrà probabilmente rinunciare a Darmian, ma potrebbe recuperare Gazzi. Mandorlini dovrebbe invece disporre della stessa formazione che costretto al pari la Juventus, compreso il redivivo Toni che darà di certo molto lavoro a Glik e compagni.

IL RESTO DEL TORO: IL PUNTO SULLE GIOVANILI E LA SQUADRA FEMMINILE – La Primavera è ferma nel campionato per dare spazio al torneo di Viareggio, finito però con una delusione per i granata: eliminati agli ottavi con un sonoro 4-1 dal Parma. Tornano invece alla vittoria le ragazze, 2-1 nel derby con la Juventus; restano però al decimo posto del girone B/A.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *