Basket serie A: quarta giornata di ritorno in rampa di lancio

Dopo la parentesi delle finali di Coppa Italia, vinta a sorpresa dalla Dinamo Sassari, ritorna il campionato, con la quarta giornata di ritorno diluita su tre giorni. Come sempre gli spunti non mancano, entriamo nel dettaglio.

Un anticipo da Reggia: sabato sera iniziano le “danze”, con Caserta-ReggioEmilia. Si tratta di un match importante in vista classffica finale ed accesso zona playoff: chi riceve ha 16 punti, chi viaggia 18, quindi la vittoria è importante per entrambe. Reggio Emilia,che ha disputato un’ ottima Coppa Italia, si presenta con la novità di Angelo Gigli, tesserato per colmare il vuoto lasciato dall’infortunato Brunner e si affida alla sapiente regia di Kaukenas e all’estro di White. Caserta in casa non è cliente facile e vorrà a tutti costi aggiudicarsi la vittoria per una classifica che può farsi interessante.

Al Pianella lo scontro clou: come accade spesso, a Cantù si gioca un match ad alto tasso tecnico: i brianzoli ricevono l’Acea Roma, guidata dall’ ex Luca Dalmonte. La Coppa Italia brutto ricordo per entrambe, uscite nei quarti e senza molte recriminazioni. Quindi sia Cantù che Roma sono chiamate ad una bella prestazione, possibilmente passando alla cassa; i capitolini privi di Taylor, “tagliato” per i problemi fisici, devono ritrovare equilibrio e si affidano a Phil Goss; dalla sponda canturina la vittoria in coppa europa ha ridato fiducia, così l’incontro di domenica si presenta come test per capire se le scorie di Coppa Italia sono superate. Diciamo Cantù ma Roma è imprevedibile.

Vendicare l’andata: l’andata fu veramente molto dura ed assunse quasi i contorni dell’umiliazione: ci riferiamo al ritorno di Frank Vitucci in quel di Varese, dopo il “tradimento” estivo per riabbracciare Avellino; domenica si gioca in Irpinia, dove l’andamento sembra migliorato, due vittorie consecutive e l’ingaggio di Foster per allungare le rotazioni. Avellino ci crede e superare Varese rappresenta il viatico per risorgere e conquistare i playoff. I varesini anche loro attraversano un buon momento, sono reduci da due vittorie in trasferta e presentano il centro Linton Johnson, ex dal dente avvelenato. Diciamo Avellino per la voglia di “azzannare”.

Festa a Sassari: sicuramente partita speciale quella della Dinamo, che ospita la Vanoli Cremona e festeggerà dinanzi al proprio pubblico la vittoria storica della Coppa Italia. Cremona cerca punti per la salvezza ma occorre un miracolo per sbancare in questo momento di gioia, il parquet sardo. Pronostico a senso unico.

La Milano delusa: l’Emporio Armani, dopo il fallimento della Coppa Italia, che sembrava un trofeo molto vicino ad essere conquistato, e la sconfitta a Barcellona in Eurolega, si presenta lunedì sera a Pistoia. Partita difficile, perchè i toscani sono vivi ed in casa ultimamente hanno sconfitto Cantù e Sassari. Milano è da molti anni che tenta di vincere lo scudetto, cambiano tecnici, giocatori ma  la musica non cambia: queste partite rappresentano sempre un tranello se non si gioca con intensità, e l’Emporio spesso ci è cascata. Del  tutto potrebbe approfittarne la Enel Brindisi, che riceve Venezia, non sempre all’altezza in trasferta.

Si riparte, teniamoci forti:

asta Reggia Caserta  Grissin Bon Reggio Emilia  15/02 20:30
 Sutor Montegranaro  Granarolo Bologna  16/02 18:15
 Sidigas Avellino  Cimberio Varese  16/02 18:15
 Banco di Sardegna Sassari  Vanoli Cremona  16/02 18:15
 Enel Brindisi  Umana Venezia  16/02 18:15
 Montepaschi Siena  Victoria Libertas Pesaro  16/02 18:15
 Acqua Vitasnella Cantù  Acea Roma  16/02 20:30
 Giorgio Tesi Group Pistoia  EA7 Emporio Armani Milano  17/02 20:30

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *