Brutto Milan, lampo di Balotelli: il Bologna cede 1-0

MILANO – Più del 70 percento di possesso palla, 1 gol soffertissimo quanto inaspettato di Balotelli. Questo in sintesi il Milan visto contro il Bologna. Che a San Siro ha difeso bene rischiando più volte il colpaccio. I rossoneri rimangono un cantiere aperto in vista della prossima gara di Champions. Per gli uomini di Ballardini una buona dose di rimpianti per le occasioni sbagliate davanti ad un Abbiati migliore in campo.

FANTASIA? – Seedorf vuole un Milan fantasioso. E sulla carta il ragionamento non fa una piega: Kakà, Taarabt e Honda alle spalle di Balotelli. Ci sarebbero tutti gli ingredienti per vedere un gioco quanto meno frizzante. Invece no. Ballardini li mette giù bene e il Bologna tiene che è una meraviglia già dal primo minuto: squadra imbottita di centrocampisti, con Bianchi e Cristaldo pronti a ripartire.

NOIA – Nel frattempo gli spettatori si annoiano. Milan padrone del campo, ma solo fino alla trequarti. Passaggi orizzontali, attacco degli spazi nullo, movimento sulle fasce tra l’inesistente e l’improduttivo. L’unico a girare la minestra è Taarabt: alcune invenzioni, due colpi da mezzo fenomeno, ma la squadra non lo segue.

KRHIN – Finisce così che è il Bologna a risultare più pericoloso: Krhin stacca bene di testa nell’area rossonera, Abbiati si supera in angolo. Ed è ancora il portiere del Milan a metterci una pezza su un tiro di Cristaldo. Dall’altra parte Balotelli non è pervenuto. Montolivo ci prova due volte dalla distanza, ma Curci è sempre vigile. Si va negli spogliatoi: Milan svuotato, Bologna quadrato.

ABBIATI FIDUCIA – Si torna in campo e il Milan ricomincia a masticare gioco sterile. Il Bologna gestisce bene e si mette in testa che è il caso di provare a vincerla. Cristaldo conclude fuori una ripartenza fulminante. Abbiati tira un sospiro di sollievo, ma il Bologna ne ha ancora: Christodoulopolous la piazza nell’angolino, il portiere rossonero risponde con un miracolo.

PAZZO MARIO – Il tempo stringe e Seedorf le prova tutte. Che ultimamente significa affiancare Pazzini a Balotelli. L’ex Inter ci mette grinta e rivitalizza la squadra: suo un cross basso su cui Balotelli latita clamorosomante. Super Mario sembra definitivamente eclissarsi per chiudere la gara nell’anonimato. Invece a cinque dalla fine arriva il suo colpo risolutore: missile dalla trequarti che si infila sotto la traversa di Curci. Bologna al tappeto, 3 punti immeritati al Milan. Di questi tempi basta e avanza.

MILAN-BOLOGNA 1-0 (primo tempo 0-0)
MARCATORE: Balotelli al 41’ s.t.
MILAN (4-2-3-1): Abbiati; De Sciglio, Zaccardo, Rami, Constant; Montolivo, De Jong (dal 18’ s.t. Muntari); Honda (dal 21’ s.t. Pazzini), Kakà (dal 35’ s.t. Poli), Taarabt; Balotelli. (Amelia, Gabriel, Abate, Mexes, Zapata, Essien, Saponara). All.: Seedorf.
BOLOGNA (3-5-2): Curci; Antonsson, Natali, Mantovani; Garics (dal 43’ s.t. Moscardelli), Christodoulopolous, Perez (dal 44’ s.t. Friberg), Khrin, Morleo; Bianchi, Cristaldo (dal 39’ s.t. Laxalt). (Stojanovic, Malagoli, Sorensen, Cherubin, Crespo, Cech, Kone, Paponi, Ibson). All.:Ballardini.
ARBITRO: Bergonzi di Genova.
NOTE: spettatori 29.631 per un incasso di 694.711,44 euro. Ammoniti Natali, Zaccardo, Perez, Friberg per gioco scorretto. Recuperi 2’ p.t., 4’ s.t.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *