Clamoroso al Cibali: il Catania stende la Lazio 3-1 e riaccende le speranze

CATANIA – Contro ogni pronostico, ed anche a dispetto delle migliori speranze degli etnei,con una prestazione perfetta il Catania riesce invece a ribaltare il 3-1 subito nel girone di andata ad opera della Lazio, ritornando prepotentemente alla vittoria dopo quasi due mesi di digiuno. Con il 3-1 rifilato ai biancocelesti nell’anticipo di “pranzo” della ventiquattresima giornata, i rossazzurri si portano a quota 19 punti e vedono riaccendersi le speranze per riaprire l’importantissima partita in zona retrocessione.

PARTENZA BRUCIANTE DEGLI ETNEI – Approfittando di una soleggiata domenica di febbraio, che sembra anche voler annunciare una ritrovata primavera per i siciliani, i padroni di casa non perdono tempo e grazie alla prontezza del loro capitano pervengono subito al gol; Izco, dopo appena quaranta secondi di gioco, approfitta dell’assenza di marcatori e con un tiro di esterno sinistro sorprende Berisha. Gli ospiti accusano subito il colpo e lasciano campo libero agli etnei.

SOLO CATANIA, MA… – Le buone condizioni del terreno di gioco e la gradevole temperatura al “Massimino” fanno da splendida cornice alla ritrovata serenità dei ragazzi di Maran che ritornano, dopo tanto tempo, a disegnare le loro geometrie sul terreno di gioco. Berisha prova a riscattarsi facendo gli straordinari, prima sul tiro di Barrientos e poi sul pregevole calcio di punizione di Lodi, altrimenti destinato all’insaccarsi sotto l’incrocio dei pali. Il Catania perviene persino al raddoppio, ma la conclusione vincente di Keko, sorpreso in posizione irregolare, non viene giustamente convalidata per fuorigioco. La Lazio appare irriconoscibile, non riesce ad avvicinarsi all’area catanese ed i tiri dalla distanza sono sempre fuori misura. Nei minuti di recupero del primo tempo però, inaspettato, arriva il pareggio degli ospiti: dalla corsia di destra Konko inventa un cross per Mauri, Andujar sbaglia i tempi dell’intervento ed il capitano biancoceleste trova al 46′ l’incornata vincente che vale l’inaspettato pareggio.

LA LAZIO SI SPEGNE – La seconda frazione di gioco, nonostante il gol del ritrovato Mauri – titolare per la prima volta dopo la lunga squalifica dovuta all’affaire CalcioScommese – appare immediatamente in mano agli etnei. Il calo di tensione subito prima del rientro negli spogliatoi non lascia alcuna traccia ed anzi, dopo appena due minuti di gioco, Spolli si cimenta in una perfetta azione fotocopia del capitano laziale, infilando di testa la palla del nuovo sorpasso nello stesso pertugio pescato da Mauri. La gara appare ormai solidamente nelle mani, e nei piedi, dei rinvigoriti giocatori catanesi. Dieci minuti più tardi, a completare le marcature, arriva  anche il definitivo 3-1 ad opera di Peruzzi che porta a segno un’azione degna di una prima punta. La Lazio di Reja si complica la vita e vede così allontanarsi l’Europa League, mentre i ragazzi di Maran possono esultare avendo riaperto, con ritrovata convinzione, la questione salvezza.

TABELLINO

CATANIA-LAZIO 3-1 (1-1)

Catania (4-3-3) – Andujar 5.5; Bellusci 6, Alvarez 6, Spolli 7, Izco 6.5, Peruzzi 6.5, Lodi 5.5 (36′ st Plasil SV), Barrientos (17′ pt Keko 6), Rinaudo 6,5, Bergessio 6.5, Castro 6. (33′ st Rolin 5.5) A disp.: Ficara, Gyomber, Legrottaglie, Biraghi, Capuano, Monzon, Petkovic, Fedato, Boateng.  All.: Maran 6.5

Lazio (4-2-3-1) – Berisha 5.5; Biava 5.5 (27′ st Perea 6), Dias 5, Radu 5, Konko 6, Ledesma 5, Biglia 4.5 (1′ st Gonzalez 5), Lulic 5, Candreva 6, Mauri 6 (27′ st Keita), Klose 5,5. A disp.: Marchetti, Strakosha, Ciani, Novaretti, Crecco, Cavanda, Cana, Onazi, Felipe Anderson, Kakuta. All.: Reja 5

SPOLLI 7 (MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN) – Al difensore argentino va dato il merito di essere stato attivo e concentrato durante tutto l’incontro;  non ha lasciato spazio alle incursioni dei biancocelesti ed ha anche permesso ai padroni di casa di riportarsi subito in vantaggio sulla Lazio in un momento molto delicato del match.

Arbitro: Mazzoleni

Marcatori: 1’ Izco (C), 46′ Mauri (L), 48′ Spolli (C), 59′ Peruzzi (C)

Ammoniti: Lulic (L), Biglia (L), Keko (C), Konko (L), Radu (L), Bergessio (C)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *