Inter-Fiorentina: le pagelle dei viola

NETO 5.5 – Uscita scomposta (ed inutile) su Palacio in occasione del primo gol, mentre poco prima con uno stop al limite del suicidio aveva quasi regalato un gol allo stesso n.8 argentino.

DIAKITE’ 5 – Copre ma non troppo, controlla gli spazi senza occuparli, praticamente fa tutto ma al 50%, e quando ti trovi di fronte un’Inter lanciata sulle ali dell’entusiasmo, non puoi lavorare a meno del 70.

RODRIGUEZ 6 – Quasi sempre preciso negli interventi, senza sbavature esagerate, prova anche a farsi notare sui calci piazzati in avanti. Poco aiutato da compagni di reparto imprecisi (dal 62′ TOMOVIC 6 – Svolge il suo compitino, senza esagerare né nel bene né nel male).

COMPPER 4.5 – Tenuto alla sinistra della difesa a 3, soffre Palacio per tutto l’incontro, spostato centrale dopo l’uscita per infortunio di Rodriguez si perde Icardi per il gol dell’1-2. Fin troppo impreciso.

CUADRADO 6.5 – Arginato da Nagatomo lungo la fascia, trova il gol solo per un errore di Handanovic, sicuramente non aiutato dai compagni, né da un modulo a lui non congeniale (dal 79′ MATRI 5.5 – Si crea qualche occasione senza sfruttarla).

AQUILANI 5 – Tanto fumo e niente arrosto, recita un detto popolare, ma questa sera da Aquilani s’è visto anche poco fumo.

PIZARRO 5 – Dovrebbe inventare, complice l’assenza di Borja Valero, ma dal suo cilindro non escono invenzioni. Graziato dall’arbitro, rischia il giallo per un intervento ingenuo quanto inutile.

FERNANDEZ 6.5 – Grande corsa e grande movimento senza palla, in netta crescita, si sta ritagliando un posto importante fra i titolari, più che giustamente.

VARGAS 6 – Lungo la sua fascia è padrone del campo, ma i suoi numerosi assist non vengono sfruttati.

JOAQUIN 5.5 – Snaturato come seconda punta dietro ad un centrocampista riadattato ad attaccante (Ilicic) si perde nella ricerca del suo vero compito (dal 68′ GOMEZ 6 – Con la sola presenza fisica catalizza l’attenzione della difesa interista su di sé, senza però riuscire a crearsi palle gol).

ILICIC 5 – Gioca fuori ruolo, come prima punta, e fatica grandemente ad adattarsi, annullando completamente le sortite offensive della squadra.

All. MONTELLA 4.5 – Imperdonabile la decisione di giocare senza punte di ruolo, lo puoi fare con trequartisti e ali mostruosi, non piazzando un Ilicic a caso in attacco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *