Milan con l’Atletico serve una notte da….Milan!

MILANO – Ancora 48 ore e poi sarà Champions. Dopo il successo col Bologna propiziato dal super gol di Balotelli, è tempo di scelte importanti per mister Seedorf. La gara casalinga in campionato di certo non ha fornito elementi utili al tecnico rossonero. Per come è maturata (lampo di genio) e per il gioco espresso non potrà esser proprio contento Clarence. Anzi l’unica nota positiva e che si è ripresentata ancora una volta dopo Cagliari è l’accoppiata Balotelli-Pazzini. Quando in campo c’è il numero 11, superMario è più libero di muoversi e concede prodezze degne di esser ricordate. In Sardegna sotto di un gol l’ingresso del “Pazzo” ha ridato pericolosità offensiva ad un reparto che fino alla sua entrata in campo non aveva mai creato grossi problemi agli avversari. Stessa situazione Venerdì sera : Pazzini entra si aprono gli spazi e prima del gol di Balotelli qualche occasione in più si è creata. Che due indizi facciano una prova è ormai scontato : Seedorf Mercoledì per affondare l’Atletico si affiderà ai suoi due uomini d’area di rigore? La domanda è lecita ma sembra proprio che il tecnico olandese voglia riproporre Mario unica punta.

RITROVATA DIFESA – Forse si può dire che il Milan abbia ritrovato un leader difensivo. Dopo le perdite ormai risapute dei vari Thiago Silva, Nesta, nessuno ha preso in mano la difesa. All’inizio si pensava che Mexes potesse dare quel di più ma è durato troppo poco. Bonera e Zapata non hanno mai evidenziato caratteristiche da veri leader, e quindi pare che il ruolo di ultimo era destinato a rimanere senza un degno interprete. Invece la sorpresa è arrivata. Adil Rami gara dopo gara ha ormai un ruolo da titolare fisso e sta dimostrando di possedere le qualità giuste per dirigere alla grande la retroguardia rossonera. Nella partita di Venerdì solo due pericoli ha corso Abbiati, autore tra l’altro di due interventi mostruosi, a dimostrazione di quanto si stia ricompattando un reparto da troppo tempo sotto minaccia.

ARIA EUROPEA – Mercoledì tornano quelle gare che tanto piacciono ai tifosi, ai giocatori rossoneri, alla dirigenza tutta. Si sa che il Milan con la sua vocazione europea può regalare ancora soddisfazioni. L’Atletico è una squadra temibilissima, stanno ben facendo nella Liga e si sono appena ripresi da un paio di risultati che hanno fatto perdere punti importanti per la lotta al primo posto. L’organico che Simeone ha a disposizione è di tutto rispetto, su tutti spicca la stella di Diego Costa, l’uomo più pericoloso dei colchoneros. Il gioco espresso finora in Champions ha impressionato un pò tutti ; se poi ci aggiungi l’intensità con cui gli uomini del tecnico argentino affrontano la gara allora ti rendi conto che è uno degli avversari più difficili da affrontare. Ma si sa che nelle notti che contano il Milan si gasa, e l’adrenalina delle notti europee la deve trasmettere colui che siederà in panchina al fianco di Tassotti, che in queste partite regalava sempre emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *