Sochi 2014 – Danza sul ghiaccio: oro agli Stati Uniti, italiani sesti

SOCHI – Lo si sapeva prima di scendere sul ghiaccio olimpico, i primi due posti erano una questione statunitense e canadese, mancava solo di conoscere l’ordine esatto.

PODIO – Sono passati quattro anni da Vancouver dopo i padroni di casa Tessa Virtue e Scott Moir avevano trionfato davanti ai pattinatori a stelle e strisce Meryl Davis e Charlie White. Oggi tutto era ancora in gioco, un gioco ovviamente a due. Alla fine gli americani conquistano il primo oro della storia del pattinaggio a coppie per il loro Paese, precedendo di quasi 5 punti (195.52 – 190.99) i canadesi. Due programmi praticamente perfetti, pura poesia per l’argento, tecnica e eleganza per l’oro. Dietro una lotta aperta fino alla prestazione dei russi Elena Ilinykh e Nikita Katsalapov che hanno sbaragliato la concorrenza con il loro Lago dei Cigni che ha riscosso enorme successo tra il pubblico di casa.

AZZURRI – Niente da dire, il podio era inarrivabile per le due coppie italiane qualificatesi dopo il programma corto di ieri. Anna Cappellini e Luca Lanotte, campioni europei in carica (ad onor del vero non tute le coppie che hanno partecipato oggi erano presenti agli Europei), hanno ottenuto un ottimo sesto posto che rientra nelle migliori prestazioni azzurre di sempre alle Olimpiadi. Non male anche la 14esima piazza di Charlene Guignard e Marco Fabbri. Cappellini e Lanotte hanno coinvolto il pubblico con il loro Barbiere di Siviglia. Un programma complesso che i due hanno portato a termine senza grandi sbavature, non raggiungendo però l’eccellenza dei primissimi. Un movimento, quello azzurro che comunque sta lavorando per crescere. Ora non resta che aspettare la gara femminile dell’artistico che vedrà impegnate Carolina Kostner e Valentina Marchei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *