Parma, Gargano e Cassani: “Non dobbiamo mollare”

COLLECCHIO – L’obiettivo è prefissato. Il poker rifilato, domenica scorsa a Bergamo, la dice lunga sul fatto che il Parma abbia tutte le carte in regola per giocarsi un posto in Europa. Questa mattina il gruppo si è trovato nel quartier generale di Collecchio per la consueta seduta di allenamento.

LAVORO DURO – Novità importanti in vista del posticipo del “Tardini”, previsto lunedi sera contro la Fiorentina. I viola saranno reduci dall’impegno di Europa League contro i danesi dell’Esbjerg. La squadra è stata impegnata sia in palestra, che sul campo, dove i ragazzi di Donadoni hanno svolto una partitella a tema e conclusioni verso la porta. Gobbi tornerà a disposizione del tecnico toscano per l’out di sinistra, ingaggiando un duello interno con Molinaro, che ha disputato un’ottima prestazione a Bergamo confezionata dal goal iniziale. In attacco Amauri potrebbe riappropriarsi del posto dal primo minuto.

NAZIONAL GARGANO – Sul fronte nazionali, arriva un’ottima notizia per Walter Gargano, convocato dal C.t. uruguaiano Tabarez in vista dell’amichevole del cinque marzo contro l’Austria. Il centrocampista sudamericano è entusiasta, esaltando i meriti di Donadoni: “Complimenti al mister, sta facendo davvero bene: ogni domenica effettua qualche cambiamento ma il risultato rimane invariato”. Gargano ammette che la squadra continua a fare progressi anche se: “Non ci basta: dobbiamo lottare fino alla fine”.

GUARDIAMO AVANTI” –  “Questa squadra ormai ha una impronta ben definita, se la va a giocare sempre a testa alta su tutti i campi”. Pur essendo a Parma da soli sei mesi, Mattia Cassani è diventato un vero e proprio veterano del gruppo, dimostrando tutto l’orgoglio e l’entusiasmo per quanto fatto in questa prima parte con la maglia crociata. Ai microfoni di Parma Channel è tornato sulla vittoria di Bergamo, fornendo un’analisi coincisa e precisa: “Domenica abbiamo dato continuità alle nostre recenti prestazioni, siamo partiti un po’ impacciati con qualche occasione capitata sui loro piedi, poi abbiamo macinato gioco occupando bene il campo e siamo tornati da Bergamo con 3 punti pesanti e fondamentali per la nostra crescita”. Ma Cassani sa che è necessario guardare avanti, il campionato non aspetta ed un altro scontro impegnativo, contro i suoi ex compagni viola, incombe: “Per noi è una gara importante, delicata, non decisiva. Stiamo preparandoci bene“. Nonostante il sogno Europa sia alla portata dei gialloblù, l’ex difensore del Palermo ammette di non badare alla classifica: “Dobbiamo essere ambiziosi ma non presuntuosi, affrontando una partita alla volta con senso di appartenenza ed orgoglio. Siamo qui con grandi meriti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *