Nainggolan-gol, la Roma supera il Bologna al Dall’Ara (0-1)

BOLOGNA – La sfida tra Bologna e Roma, valida per la 25^ giornata di campionato, non diverte ed è decisa solo da una rete di Nainggolan (37′). Dopo un avvio lento, i giallorossi trovano il gol ma si siedono colpevolmente sugli allori. La Roma non chiude la partita, così il Bologna, se anche non costruisce molto (lasciando spesso gli attaccanti a corto di rifornimenti), nel finale rischierà di agguantare il pareggio.

PRIME AVVISAGLIE – Il Bologna deve rinunciare a Perez. La Roma scende in campo senza Totti, Maicon, Strootman e Torosidis. I felsinei approfittano della partenza a ritmi ridotti dei giallorossi. Al 7′ Bianchi mette alla prova la reattività di De Sanctis tentando il pallonetto dalla distanza. La Roma fin da subito sembra più svagata del solito, come conferma al 13′ un rinvio malriuscito di Destro, che per poco non si insacca nella rete difesa dal proprio portiere. Dopo i primi venti minuti di gioco prova ad uscire la squadra di Garcia, che sfiora il gol proprio con Destro: la palla colpisce il palo, attraversa tutto lo specchio (poco oltre la linea di porta) e finisce fuori.

ROMA IN GOL – I giallorossi però, privi di esterni di spinta, in fase offensiva non riescono ad allargare il gioco. Romagnoli e Taddei rimangono bassi, così Pjanic e Nainggolan hanno due sole alternative: finire nell’imbuto del denso centrocampo rossoblu, oppure tornare sui propri passi. Le difficoltà incontrate dai giallorossi in fase di manovra si traducono in tanti passaggi orizzontali sulla mediana. Poi Gervinho, più confusionario del solito questa sera, decide di tentare qualche sprint. In un’occasione Morleo è bravo a chiudere l’ivoriano ripartito in contropiede. Ma al 37′ Gervinho lascia dietro gli avversari, passa a Pjanic, il bosniaco guarda in mezzo e serve all’accorrente Nainggolan il pallone del vantaggio romanista.

OCCASIONI SPRECATE – In avvio di ripresa non sarebbe un azzardo pronosticare un Bologna costretto a scoprirsi per inseguire il pareggio, tanti spazi aperti e la possibilità per la Roma di trovare il facile raddoppio. Invece la gara si incanalerà su altri binari, più per demerito dei giallorossi che in virtù della voglia di riscatto dei felsinei, apparsi stanchi e poco propositivi. Gervinho e Taddei (cui faranno compagnia Bastos e Ljajic) sciupano tutte le opportunità di chiudere la contesa. Il Bologna ringrazia e, prima con Mantovani (73′) e poi con Christodoulopoulos (92′), sfiorerà di testa il gol dell’insperato pareggio. L’andata fu uno show a tinte giallorosse: 5-0 e calcio spettacolo all’Olimpico. Il ritorno si conclude sul risultato di 1-0 per i romanisti: una vittoria meritata ma non certo conquistata con la solita determinazione e cattiveria. Dopo il match Ballardini ha solo parole d’elogio per i suoi calciatori: alla vigilia aveva affermato che “scalare l’Everest”, ovvero contrastare la Roma, era possibile. E, tutto sommato, con una gara ordinata e nulla più, il Bologna stava davvero per compiere l’impresa al Dall’Ara.

BOLOGNA-ROMA 0-1 (0-1)

Marcatori: 37′ Nainggolan

BOLOGNA (3-5-2): Curci; Antonsson, Natali (78′ Moscardelli), Cherubin (62′ Mantovani); Garics (57′ Ibson), Kone, Khrin, Christodoulopoulos, Morleo; Bianchi, Cristaldo. A disp.: Malagoli, Stojanovic, Cech, Crespo, Sorensen, Friberg, Laxalt, Paponi. All. Ballardini.

ROMA (4-3-3): De Sanctis; Taddei, Benatia, Castan, Romagnoli; Nainggolan, De Rossi, Pjanic (61′ Strootman); Florenzi (53′ Ljajic), Destro (74′ Bastos), Gervinho. A disp.: Skorupski, Lobont, Di Mariano, Jedvaj, Mazzitelli, Ricci, Toloi, Torosidis. All. Garcia.

Ammoniti: Benatia (R), Romagnoli (R), Ibson (B), Nainggolan (R).

Arbitro: Massa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *