Juventus vs Torino: le pagelle dei bianconeri

Buffon 6: Non ha grossi grattacapi per la testa. Quattro parate semplici per rendere la serata meno noiosa. Ma forse, per lui, meglio cosi. Dopo sei partite consecutive in cui è stato perforato, il numero uno bianconero, nel derby resta imbattuto.

Barzagli 6,5: La tendinopatia lo attanaglia da inizio stagione. La sua assenza pesa. Quando torna però è sempre il solito muro capace di arginare le scorribande offensive.

Bonucci 6: Ad un certo punto sembrava dovesse uscire per un sospetto infortunio. Resta in campo, controllando molto bene gli attacchi granata, eccetto in un’occasione del primo tempo, quando a centrocampo perde un pallone potenzialmente pericoloso per il Toro. Quando Pirlo è marcato stretto, è lui ad avviare l’azione offensiva dei bianconeri.

Caceres 6,5: Inverte la rotta rispetto alle precedenti gare, dove ha mostrato sbavature evidenti con retropassaggi pericolosi. Stasera svolge al meglio la fase propositiva, ma anche quella difensiva tenendo a bada Cerci.

Lichsteiner 5,5: Non ha ricevuto molti palloni dai compagni. E’ uno dei motivi principali per cui non è stato il solito treno svizzero.

Vidal 5: Il cileno è più nervoso del solito. L’ammonizione ad inizio partita (era diffidato, salterà la gara con il Milan), lo ha condizionato per tutto il match, rischiando di prendere il secondo giallo che gli sarebbe valso l’espulsione. Giusta la sostituzione nella ripresa. (29′ st Marchisio 6: Con lui la squadra è più ordinata a centrocampo, con maggiori geometrie, ed un baricentro più avanzato)

Pirlo 6: Gli attaccanti del Toro hanno il compito di marcarlo a turno, ma non riescono a controllarlo a pieno ritmo. Come al solito, il gioco juventino passa per lo più dai suoi piedi. Le sue punizioni non hanno colpito a dovere la difesa granata.

Pogba 6: Meno spaccone del solito, il francese ha svolto un compito “normale” al centro del campo. Bravo a sradicare molti palloni agli avversari.

Asamoah 6,5: E’ in un periodo di forma smagliante. L’esterno è sempre propositivo, fornendo l’assist decisivo al goal di Tevez. Anche lui contribuisce a neutralizzare Cerci.

Llorente 5,5: Spalle alla porta e sponda verso i compagni: il navarro fa sempre il gioco sporco per i compagni, ma non è incisivo come nelle scorse partite: che l’arrivo di Osvaldo lo stia preoccupando?  (43′ st Padoin S.v.)

Tevez 7,5: IL MIGLIORE DI SPORTMAIN. Suona la tromba tutto solo per prendersi l’intero palco scenico. Se lo merita tutto: tocco spalle alla porta per eseguire una rasoiata al volo che si insacca in rete.  Quando la squadra è stanca, è l’unico a rincorrere gli avversari anche nella propria metà campo. Indispensabile. (45′ st Osvaldo S.v.)

A disp: Storari, Rubinho, Ogbonna, Peluso, Isla, Giovinco, Quagliarella.

All. Conte 6,5: La sua Juve ottiene la tredicesima vittoria su tredici partite giocate allo “Stadium”. In forte pressione nella prima fase di gara, gli undici bianconeri calano nella seconda parte subendo gli attacchi granata, ma mantenendo immacolata la porta di Buffon. Un po’ di stanchezza è comprensibile in questa parte di stagione. Tutte le squadre di Conte, volano in primavera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *