Pari e polemiche: tra Parma e Fiorentina è 2-2

PARMA – Termina 2-2 una partita nervosa, imprevedibile e con un’infinità di polemiche soprattutto nel finale di gara. Per il Parma sono andati in gol Cassano e Amauri, per la Fiorentina Cuadrado e Mati Fernandez.

IN CAMPO – Donadoni conferma la formazione che ha battuto l’Atalanta con Biabiany, Amauri e Cassano in attacco, mentre abbondano gli ex in tutti i reparti. Nella Fiorentina, Montella sceglie di lasciare in panchina Gomez e schierare Matri supportato da Joaquin e Cuadrado. In difesa, invece, torna Gonzalo accanto a Savic.

PRIMO TEMPO – I viola partono fortissimo, ci provano subito Diakité, anche grazie alla collaborazione di Mirante, e Cuadrado.  E così succede per i successivi quindici minuti, con la Fiorentina che ha costantemente il pallino del gioco in mano e va vicinissima al gol proprio col colombiano che, su assist di Tomovic, manda di pochissimo a lato. Il Parma cerca di reagire e si fa vedere dalle parti di Neto prima con Biabiany e poi con Amauri, senza però impegnarlo troppo. C’è un continuo ribaltamento di fronti che culmina al 40’ con un gol da parte di Cassano che, servito da Amauri, deve solo calciare in rete. Ma la Fiorentina non ci sta, soprattutto per il gioco espresso fino a quel momento, e le bastano due minuti per pareggiare con Cuadrado che da posizione defilata riesce a superare Mirante.

SECONDO TEMPO – Il secondo tempo sembra un’altra partita. Dai ritmi alti della prima frazione di gioco si passa a continui nervosismi che non fanno altro che accendere gli animi e interrompere continuamente la gara. Dopo cinque minuti il Parma trova il vantaggio grazie a un rigore concesso da Gervasoni per fallo di Tomovic su Biabiany, mentre Pizarro, diffidato, viene ammonito per proteste. Non passa nemmeno un minuto e Diakité, già ammonito, viene mandato sotto la doccia per un intervento su Cassano. La Fiorentina si ritrova in svantaggio e con un uomo in meno ma la concentrazione resta alta e il Parma si rende davvero pericoloso solo in un’occasione, doppia, con la coppia Cassani-Amauri che impegna Neto in due tempi. A cinque minuti dalla fine, però, arriva il pareggio con una punizione bellissima calciata da Mati Fernandez che anima gli ospiti alla ricerca di un vantaggio che non arriva. Gli ultimi minuti di gioco sono però i più concitati della gara: non tanto per belle azioni, quanto per il nervosismo di entrambe le squadre che porta ad ammonizioni e a due espulsioni, una per parte, per Munari e Borja Valero. Il match termina in parità ma va ben oltre i novanta minuti di gioco per le proteste continuate anche nel dopo partita, specialmente tra Montella e Gervasoni.

Parma-Fiorentina 2-2 (1-1 p.t)

Parma: Mirante, Cassani, Paletta, Lucarelli, Molinaro, Marchionni (dal 35′ st Munari), Gargano, Parolo, Biabiany, (dal 42’ st Palladino), Cassano (dal 37′ st Schelotto), Amauri. A disp.: Bajza, Rossini, Felipe, Gobbi, Coric, Galloppa, Mauri, Nyantaki, Obi. All.: Donadoni

Fiorentina: Neto, Diakitè, Rodriguez, Savic, Tomovic, Cuadrado, Aquilani (dal 33’st Mati Fernandez), Borja Valero, Pizarro, Joaquin (dal 15’st Mario Gomez), Matri (dal 22’st Ilicic). A disp.: Rosati, Roncaglia, Compper, Ambrosini, Pasqual, Vargas, Anderson, Wolski. All.: Montella.

Marcatori: Cassano (P), Cuadrado (F), Amauri (P), Mati Fernandez (F)

Espulsi: Diakitè (F), Borja Valero (F), Munari (P)

Ammoniti: Molinaro (P), Pizarro (F), Gargano (P), Tomovic (F), Savic (F), Paletta (P)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *