Parma-Fiorentina, le pagelle dei gialloblù

Mirante 5,5  Chiamato poche volte in causa, non può nulla sul primo gol viola. Non è esente da colpe quando, a 5′ dal termine, Mati Fernandez lo punisce sul suo palo con un capolavoro. SORPRESO

Cassani 5,5 – Prestazione senza infamia né lode per il terzino parmense. Peccato però che il gol di Cuadrado proviene dalla sua corsia. NE’ CARNE, NE’ PESCE

Paletta 6,5 – Con le sue discrete prestazioni si sta guadagnando le attenzioni del ct Prandelli che è tentato nel portarlo in Brasile (sugli spalti non a caso era presente il suo vice Pin accanto a Nevio Scala). Oriundo classe 86′ che migliora giorno per giorno. MONITORATO

Lucarelli 7 – Suo fratello Cristiano scrisse un libro intitolato “Tenetevi il miliardo”. Per idolatrare la sua ennesima prestazione fatta di muscoli e solidità i tifosi potrebbero dedicargli il libro “Teniamoci il baluardo”, un riconoscimento non da poco per il centrale che a 36 anni suonati guida con maestria il reparto arretrato di Donadoni. SICUREZZA

Molinaro 6,5 – Riesce a contenere Joaquin vincendo il duello in più di un occasione. Se la Fiorentina non colpisce per la prima mezzora di gioco è anche merito suo. Protegge la propria zona di campo con le buone e con le cattive come un temuto buttafuori nella discoteca del sabato sera. BOUNCER

Gargano 5 – “Il Gargano di Napoli” ovviamente non è un libro, bensì un piacevole ma lontano ricordo. Anche in superiorità numerica il Parma ha qualche grattacapo a centrocampo con “El Mota” spesso complice con passaggi errati e autentico pasticcione quando all’85’ commette un fallo evitabile ai danni di Cuadrado. Punizione da cui scaturirà il pareggio finale. PASTROCCHIO

Marchionni 6,5 – Una carriera spesa a fare l’esterno. E se avesse incominciato la carriera da regista ora come sarebbe? Se lo domandano anche i tifosi. Perno del centrocampo, dà del filo da torcere alla compagine viola. Non la prende bene la sostituzione avvenuta al minuto 80′. CUORE PROPULSORE (Dall’ 80′ Munari 4 – Avrebbe ricevuto un tiepido “sv” se non avesse creato scompiglio nella barriera viola al 94′. In dieci minuti si rende protagonista in negativo bisticciando con Cuadrado prima e Borja Valero poi. Gervasoni vede tutto e gli mostra il rosso diretto. SPAURACCHIO)

Parolo 6+ – Partita di contenimento per una delle tante sorprese positive di questa stagione. DA NAZIONALE? Ai posteri Prandelliani l’ardua sentenza.

Biabiany 6,5 – Si fa vedere nel primo tempo con una conclusione che non impensierisce Neto e nel resto del match si dedica a far salire la squadra grazie alle sue accelerazioni. Mezzo voto in più per la continuità e per il rigore procurato. CONSACRATO (Dall’ 87′ Palladino 6 – Sufficienza guadagnata in soli tre minuti grazie a quel colpo di testa che poteva finire in rete. RITENTA)

Amauri 7,5 – Uomo-partita SPORTMAIN. Si crea da solo l’azione dell’1-0, dribbling nello stretto e assist al bacio per Cassano che può solo mettere dentro. Freddezza e precisione dal dischetto per l’illusorio 2-1. MATTATORE

Cassano 7 – Esce a 8′ dal termine con la squadra in vantaggio e col pubblico del Tardini in Standing Ovation solo per lui. A Parma sembra aver trovato quella maturità un po’ persa per strada nei suoi anni da novello-calciatore. PROMOSSO (Dall’ 83′ Schelotto sv)

All. Donadoni 6,5 – Il suo Parma continua la striscia positiva con il tredicesimo risultato utile consecutivo. Ora la squadra naviga in piena zona europea e se l’offensiva viola non sia riuscita ad abbattere il muro parmense è soprattutto merito suo. INARRESTABILE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *