Lazio: a Sofia per la rimonta

CASA LAZIO – Dopo la vittoria sul Sassuolo, la Lazio allenata da Edy Reja cancella la sconfitta con il Catania e cerca di riprendere la marcia fatta di risultati positivi. Ma le buone notizie non possono e non devono limitarsi solo al campionato, ma anche all’Europa League. Giovedì, i biancocelesti giocheranno a Sofia contro il Ludogorets.

TRASFERTA DIFFICILE – Dopo la sconfitta casalinga, la Lazio sarà chiamata a compiere un’impresa in trasferta. Per farlo, Reja dovrà mettere in campo la miglior formazione possibile e dovrà lavorare sugli schemi di gioco per non incappare in una brutta prestazione come all’Olimpico.

QUESTIONE POLITICA – Le trasferte nell’Est d’Europa non sono mai facili, non solo per il clima, ma anche per l’accoglienza delle tifoserie orientali. In molti ricordano ancora quanto accaduto contro il Legia Varsavia e i problemi diplomatici e politici nati in seguito all’arresto di molti sostenitori biancocelesti. Per queste ragioni, l’A.S. Lazio ha preso dei seri provvedimenti per garantire maggiore sicurezza ai circa 360 tifosi che andranno a seguire la squadra in Bulgaria. L’accordo raggiunto con le Autorità locali bulgare prevede un punto di raccolta presidiato dalle Forze dell’Ordine, che scorteranno i tifosi allo stadio. Per coloro che si presenteranno in stato di ebbrezza sono previsti dei controlli e l’eventuale espulsione dallo stadio.

FORMAZIONE – Con Andrè Dias fuori dai giochi per uno stiramento di primo grado al bicipite femorale della coscia sinistra, Reja avrà un uomo in meno a disposizione nel pacchetto arretrato. Di buono c’è che molti torneranno a disposizione, tra cui anche il portiere Federico Marchetti. A Sofia, la Lazio potrebbe scendere in campo con il 4-2-3-1: Berisha; Konko, Biava, Ciani, Radu; Ledesma, Gonzalez; Felipe Anderson, Lulic, Keita; Perea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *