Fantacalcio: i consigli della 26^ giornata

Roma-Inter: la 26^ giornata si apre con un grande match tra due squadre che sono in corsa per obiettivi importanti. La Roma crede ancora alla rimonta scudetto sulla Juventus e ha buoni motivi per farlo, visti la rosa competitiva che ha. L’Inter è in ripresa e vuole difendere il quinto posto valido per l’Europa League. Consigliati tra i giallorossi il roccioso Benatia, importante per il modificatore difesa, e Destro, attaccante temibile che viaggia a quasi una rete a partita. I nerazzurri contano sull’ex laziale Hernanes, vorrà fare uno scherzetto ai vecchi rivali, e Icardi, finalmente è a posto e titolare. Sconsigliati l’acerbo Romagnoli e D’Ambrosio, non è sicuro che giochi dall’inizio.

Cagliari-Udinese: né infamia né lode. Così si può riassumere la stagione dei sardi e dei friulani, che puntano a una salvezza tranquilla e nulla più. La gara si preannuncia equilibrata, anche perché la squadra di Guidolin quest’anno è particolarmente ridimensionata nelle ambizioni. Consigliati nel Cagliari l’attento Astori, leader ormai storico della difesa, e Ibarbo, la sua velocità è un’arma micidiale. L’Udinese ha i suoi uomini migliori in Gabriel Silva, instancabile sulla fascia, e capitan Di Natale, non segna come un tempo ma è sempre un pericolo per gli avversari. Sconsigliati il distratto Rossettini, media bassa per lui, e Allan, giocatore di rottura.

Atalanta-Chievo: i padroni di casa sono in un momento particolarmente difficile e hanno raccolto un punto in tre gare. Non c’è occasione migliore per tornare a vincere che affrontare il Chievo in casa. I veneti offrono un gioco poco esaltante e sono appena sopra la zona retrocessione. Consigliati tra i nerazzurri i centrocampisti Cigarini e Bonaventura, uno detta i passaggi in mezzo al campo e l’altro inventa la giocata che manda in gol i compagni. I gialloblù puntano sulla quantità e la qualità di Rigoni e, in attacco, sulle giocate di Thereau. Sconsigliati i fallosi Raimondi e Guana.

Genoa-Catania: i genovesi partono ovviamente favoriti nella gara del Marassi che li vede affrontare il Catania, penultima in classifica e con problemi evidenti soprattutto nel reparto arretrato. Da quando è tornato sulla panchina etnea Maran ha ridato un’anima alla squadra, ma la salvezza sarà dura da raggiungere. Consigliati nei padroni di casa un Burdisso in ripresa e un Antonelli che sta vivendo una stagione davvero esaltante. Gli ospita si affidano alle chiusure difensive di Spolli e alle geometrie di Lodi. Sconsigliati uno Sculli non ancora al pieno della forma e l’incognita Keko.

Sassuolo-Parma: sei sconfitte in sei partite è il non invidiabile rollino di marcia del Sassuolo di Malesani. Purtroppo i neroverdi incontrano la squadra più in forma del torneo, infatti il Parma non perde da oltre due mesi. Insomma il derby emiliano è tutto dalla parte degli ospiti. Consigliati nei padroni di casa i bomber Floccari e Berardi, la salvezza passa per forza di cose dai loro gol. I gialloblù hanno le loro armi migliori nella dinamicità di Parolo e nelle magie di Cassano. Sconsigliati il povero Pegolo, portiere più perforato del torneo, e Molinaro, ai tempi della Juventus non lo si ricorda per grandi giocate.

Torino-Sampdoria: dopo l’immeritata sconfitta nel derby il Torino cerca il pronto riscatto contro una Sampdoria in difficoltà, reduce da una doppia sconfitta. Gli uomini di Ventura stanno facendo un campionato veramente notevole e la salvezza è già raggiunta. Consigliati nei granata l’affidabile Darmian, classico giocatore regolare che difficilmente prende insufficienze, e il bomber Immobile. I blucerchiati sanno di poter contare sul dinamismo di Soriano e la corsa di Obiang. Sconsigliati il centrocampista Vives, soggetto a troppi gialli, e un Regini incline a qualche amnesia.

Verona-Bologna: tra queste due squadre c’è un vero e proprio abisso a livello di punti, uomini e gioco. Per questo il Verona è a un passo dall’Europa League e il Bologna a un passo dalla retrocessione. Consigliati nei padroni di casa il tuttofare Romulo, bravo in tutte le fasi e capace talvolta di regalare dei bonus, e il fantasista Iturbe, grande sorpresa del campionato. Gli ospiti si affidano a Kone, uomo di qualità ed è l’unico tra gli emiliani che può inventare la giocata, e Bianchi, deve buttarla dentro. Sconsigliati i ruvidi Donadel e Perez.

Livorno-Napoli: terza contro terz’ultima in una sfida che sembrerebbe a senso unico in favore degli ospiti. I toscani hanno seri problemi a livello qualitativo, in particolare la fase difensiva ha qualche falla di troppo. I partenopei, al contrario, pur avendo qualche amnesia dietro compensano con i campioni in attacco. Consigliati nel Livorno il giovane Greco, bravo negli inserimenti, ed Emeghara, a secco da qualche giornata ma capace di scardinare qualunque retroguardia. Nel Napoli da segnalare il duo Jorginho-Inler che unisce qualità a quantità. Sconsigliati il portiere Bardi, potrebbe subire una goleada, e Henrique, ha palesato dei limiti quando è stato chiamato in causa.

Fiorentina-Lazio: animi contrapposti nelle due formazioni. I viola sono on corsa su tre fronti: in campionato possono ancora sperare nell’aggancio al Napoli, in Coppa Italia sono in finale e in Europa League hanno superato il turno. La Lazio è fuori da tutto e la stagione si preannuncia fallimentare. Consigliati nella Fiorentina il difensore Rodriguez, una roccia, e Aquilani, se continua a giocare e segnare come sta facendo meriterebbe il mondiale brasiliano. La Lazio si affida alle giocate di Candreva e ai gol di Klose. Sconsigliati Anderson, non ha ancora dimostrato di essersi ambientato, e Ciani, un po’ irruento.

Milan-Juventus: un grande classico chiude la 26^ giornata. Entrambe le squadre sono in buona salute ma lo stato d’animo è differente. Conte si gode il primato con la consapevolezza che la vittoria del terzo scudetto di fila è molto probabile. Seedorf è chiamato a risollevare una stagione per ora fallimentare. Consigliati nel Milan il neo-acquisto Taarabt, grande personalità e facilità di dribbling davvero notevole, e Kakà, nelle occasioni speciali deve emergere il campione. La Juventus sa che può contare sulle geometrie dell’ex Pirlo e le reti dell’Apache Tevez. Sconsigliati Peluso, chiamato a sostituire l’infortunato Asamoah, e Bonera, lento e macchinoso.

1 Comment

  • Fai benissimo a consigliare Benatia, difensore davvero tra i più forti e più sottovalutati in Serie A. In coppia con Castan è davvero una sicurezza. D’accordissimo coi tuoi consigli, anche su Ciani e Bonera la penso come te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *