Ch.League: stratosferico Real Madrid, 3-0 sul Dortmund

MADRID – Un Borussia Dortmund privo di ben cinque titolari, fra cui il bomber Lewandowski, ben poco avrebbe potuto fare al Santiago Bernabeu, tempio del calcio ultimamente preda di mugugni per una testa della classifica gettata al vento negli ultimi turni di campionato. Altra musica per le Merengues, con formazione leggermente rimaneggiata ma ampiamente in grado di proiettarsi virtualmente in semifinale, andando così a rispondere a tono al 4-1 dello scorso anno, subito in terra germanica.

TUTTO CHIUSO AL 27′ – E’ servita mezzora al Madrid per chiudere la partita senza lasciare spazio all’immaginazione circa eventuali possibili rimonte: prima Bale poi Isco, inserito a sorpresa grazie anche al forfait di Di Maria, hanno regolato subito i conti, concedendo ben poco alla fantasia dei tedeschi di Klopp. Il primo gol è arrivato grazie ad un’azione insistita lungo che ha portato Bale in mezzo all’area davanti a Weidenfeller, bravo nell’uscita ma non così tempestivo da anticipare il gallese, mentre il raddoppio di Isco è tutto merito del funambolico trequartista, che per tutta la serata ha fatto impazzire la retroguardia giallonera.

GRAZIE AL PORTIERE – Il Real Madrid ha attaccato voracemente lungo l’intero arco dei primi 45′, cercando e ricercando gol a man bassa, ma la forma super di Weidenfeller ha evitato il peggio, su Bale e Ronaldo, ancora su Isco, poi su Modric e su Xabi Alonso, eccellenti in fase di interdizione, ma anche pericolosi quando hanno avuto modo di sganciarsi in avanti.

TIMIDA REAZIONE – Klopp non è allenatore dalla resa facile, così nei primi minuti della ripresa il tentativo di impostare la gara su contropiedi veloci stava per dare qualche risultato, se non fosse stato per l’inadeguatezza di Aubameyang in un caso e dalla bravura di Casillas in altri due, su Mkchitarian e su Grosskreutz.

LA CHIUDE RONALDO – Dopo questo flebile moto d’orgoglio sale in cattedra il fenomeno portoghese che, prendendosi sulle spalle le sorti della partita, già pesantemente pendenti verso il Real Madrid, confeziona insieme con Modric il gol del definitivo 3-0 che permette, sulla carta, di far qualificare la squadra alla semifinale per il quarto anno consecutivo. Ovviamente i madrileni si augurano che però questa volta il sogno possa continuare.

REAL MADRID-BORUSSIA DORTMUND 3-0 (2-0)

REAL MADRID – Casillas 6.5; Carvajal 7, Sergio Ramos 6.5, Pepe 7, Coentrao 6; Isco 8 (dal 71′ Illaramenti 6), Xabi Alonso 6.5, Modric 7.5, Bale 7; Benzema 6.5 (dal 75′ Morata 6), Ronaldo 8 (dall’80’ Casemiro s.v.). A disposizione: D. Lopez, Josè Rodriguez, Varane, Nacho. All. Ancelotti 7.

BORUSSIA DORTMUND – Weidenfeller 6.5; Piszcek 5.5 (dal 67′ Schieber 5), Papastathopoulos 5, Hummels 5.5, Durm 5.5; Sahin 5, Kehl 5 (dal 74′ Jojic 5), Mkhitaryan 5 (dal 64′ Hofmann 5), Reus 6; Aubameyang 4.5. A disposizione: Langerak, Ducksch, Friedrich, Kirch. All. Klopp 5.

MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN – ISCO 8 – Casuale sostituto di Di Maria, fermato all’ultimo momento da un problema gastroenterico, gioca un po’ da interno e un po’ da trequartista, andando a segnare il gol del raddoppio e garantendo sempre molti palloni giocabili ai propri compagni: inarrestabile.

MARCATORI – Bale 3′, Isco 27′, Ronaldo 57′ (R).

AMMONITI – Kehl, Reus, Grossreutz.

ARBITRO – Mark.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *