Inter: Guarin sfiduciato e Kovacic accantonato

MILANO – Il pareggio maturato martedì sera contro il Livorno ha portato alla luce in modo chiaro alcuni problemi fin qui “insabbiati”.

GUARIN A TESTA BASSA – Chi ha sentito maggiormente il peso del pareggio contro il Livorno è stato Guarin, che sta vivendo un periodo poco felice in nerazzurro. Tra i migliori nella scorsa stagione, quest’anno sta avendo grosse difficoltà nello sposare il modulo di Mazzarri che lo vede più lontano dalla porta e meno come fulcro principale del gioco. Sedutosi in panchina contro il Livorno, dal momento del suo ingresso non è riuscito ad imprimere velocità al gioco e, anzi, un suo clamoroso errore è costato due punti all’Inter.
Non solo. Dopo la vicenda del mancato trasferimento alla Juventus, il colombiano è stato troppo spesso additato come colpevole più di quello che fosse realmente. Nonostante il rinnovo, il colombiano si sente abbattuto.
Ad oggi, se non dovesse cambiare qualcosa, il suo futuro nerazzurro potrebbe non essere certo.

KOVACIC CHI? – La manovra nerazzurra difetta troppo spesso di qualità con il solo Hernanes incapace di reggere per 90 minuti tutto il gioco della squadra. Quando cala il brasiliano, cala l’Inter e la ricerca di qualche giocata brillante diventa difficoltosa. La risposta ai problemi potrebbe essere Kovacic che, però, non sta trovando spazio per esprimersi. Il croato, giovane talento di prospettiva, ha mostrato a tratti grandi colpi e avrebbe bisogno di trovare continuità in campo. Con Mazzarri ciò non è stato possibile e le sue energie mentali vanno scadendo. Bisognerà trovare presto una soluzione prima di bruciare un potenziale simile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *