Roma-Parma, dal diluvio alla pioggia di gol: 4-2 all’Olimpico

ROMA – Sospesa per maltempo lo scorso 2 febbraio, la partita tra Roma e Parma si è giocata questo pomeriggio alle ore 18.30 ed è terminata sul punteggio di 4-2. La gara, ripresa dal minuto 8 e 20”, ha visto un netto predominio dei giallorossi, in gol già al 12′ con Gervinho. Dopo il momentaneo pareggio di Acquah, i giallorossi sono tornati immediatamente in vantaggio con Totti. Nella ripresa sono arrivate le reti di Pjanic, Taddei e, al 90°, Biabiany.

GIOSTRA DEL GOL – Sarà per l’orario inconsueto (18.30), l’inizio in medias res (rimessa laterale in favore degli ospiti), le assenze difensive del Parma (Paletta e Felipe) o per l’entusiasmo, a tratti imprudente, dei romanisti. Ecco spiegato perché al 16′ il punteggio di Roma-Parma recita già 2-1. La partita, ricca di occasioni, diverte sin dal fischio iniziale i tifosi (meno entusiasti i due allenatori). Il festival delle emozioni è inaugurato da Schelotto, che di testa (alto) spaventa De Sanctis. Risponde, con più efficacia, la Roma: Totti passa a Destro che tira un diagonale sul palo, Gervinho si ritrova il pallone tra i piedi e segna l’uno a zero a porta vuota. Segue una rete annullata proprio all’ivoriano (per fuorigioco), e il pari degli emiliani, con Acquah, bravo a districarsi in area dalla difesa romanista. Ma un minuto dopo Pjanic, dopo un’incursione laterale, serve a Totti il pallone del 2-1, spedito sotto al sette.

SENZA TATTICISMI – Con un altro gol annullato per offside, questa volta a Destro, si conclude una prima fase di gara, intensa e piacevole. Certo i puristi della tattica avranno da obiettare sulla disposizione delle due difese, entrambe svagate. Improvvisata quella dei gialloblu, date le assenze di Paletta e Felipe e il conseguente spostamento di Molinaro a centrale; salvata più volte da Benatia quella giallorossa. Ma ne guadagna, e molto, lo spettacolo: i ritmi sono alti, i ribaltamenti di fronte continui, favoriti anche dall’arbitraggio all’inglese di De Marco. Il primo tempo si chiude con un’azione per parte. Prima Amauri tira da ottima posizione, ma Benatia neutralizza, poi, sul versante opposto, Destro di testa colpisce la traversa su cross di Maicon.

LA ROMA DILAGA – Nella ripresa la Roma mantiene, almeno inizialmente, lo stesso atteggiamento. Sa di dover chiudere la partita e trova con Pjanic il gol del 3-1: il bosniaco ribadisce a rete dopo azione personale di Gervinho. A doppio vantaggio acquisito, la squadra di Garcia concede più possesso palla al Parma, scegliendo di aspettare e colpire in contropiede. In difesa Castan e Benatia contengono Amauri, in fase offensiva il tridente è supportato con costanza dai terzini (Torosidis e Maicon), rendendosi più volte pericoloso. Se i tre punti dei giallorossi non sono mai in bilico, nel finale arriva comunque un altro gol, con Taddei che di testa, su angolo battuto da Florenzi, firma la rete del 4-1. Inutile al 90′ la rete di Biabiany, che batte De Sanctis con un tiro preciso dal limite dell’area, dopo uno scambio con Amauri.

ROMA-PARMA 4-2 (2-1)

Marcatori: 12′ Gervinho (R), 15′ Acquah (P), 16′ Totti (R), 49′ Pjanic (R), 82′ Taddei (R), 90′ Biabiany (P)

MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN: GERVINHO 7 – Dopo 4′ si fa trovare al posto giusto e sblocca la partita (7° gol in serie A). Imprendibile per gli avversari, che costringe all’inseguimento, è ancora protagonista nell’azione che porterà al 3-1 di Pjanic. Se la Roma può fiondarsi negli spazi con rapidità, cogliendo così impreparata la difesa gialloblu, gran parte del merito è da attribuire alle corse palla al piede dell’ivoriano.

ROMA (4-3-3): De Sanctis 6; Maicon 6.5, Benatia 6.5, Castan 6.5, Torosidis 6; Taddei 6.5, De Rossi 6, Pjanic 7; Gervinho 7 (85′ Ljajic sv), Totti 7 (76′ Bastos sv), Destro 6 (58′ Florenzi 6.5). A disp.: Lobont, Skorupski, Dodò, Jedvaj, Romagnoli, Toloi, Mazzitelli, Ricci. All.: Garcia

PARMA (4-3-3): Mirante 6; Cassani 6, Lucarelli 5.5, Molinaro 5, Gobbi 6; Acquah 6.5 (71′ Munari 5.5), Marchionni 6, Parolo 5.5 (85′ Mauri 5.5); Biabiany 6, Amauri 5, Schelotto 5.5 (85′ Palladino sv). A disp.: Pavarini, Rossini, Bajza, Cerri, Galloppa, Jankovic, Obi, Sall. All.: Donadoni

Ammoniti: Taddei (R), Mauri (P)

Arbitro: De Marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *