Super Cuadrado, Rodriguez trascinatore e la Viola vola: 2-1 all’Udinese

FIRENZE – La Fiorentina ritrova la vittoria dopo un periodo di appannamento e riesce allo stesso tempo ad allungare sulla quinta in classifica, i nerazzurri di Walter Mazzarri,inchiodati ieri sera dal Bologna. Per la Fiorentina una vera e propria boccata d’ossigeno e soprattutto la convinzione di aver ritrovato bel gioco e solidità strutturale, elementi fondamentali per chiudere la stagione nel migliore dei modi.

DOMINIO VIOLA – Ma veniamo alla partita: la Fiorentina assume le redini di gioco come da copione ed al 14′ è bravo Scuffet a respingere un insidioso colpo di testa di Matos sulla cui respinta tira alto il sempre presente Ilicic. Subito dopo, c’è l’Aquilani show che tra il 20′ e 21′ va vicino alla rete dapprima con un tiro su cui per poco non ci arriva Cuadrado e poi con un colpo di testa, finito a lato di poco.

CUADRADO SUPER – Per la rete bisogna aspettare il 25′ con Cuadrado che, sfruttando una deviazione di Danilo, riesce a superare Scuffet ed a regalare il meritatissimo vantaggio agli uomini di Vincenzo Montella che controllano il resto del primo tempo, andando vicini al raddoppio con un colpo di testa dello scatenato colombiano su cui Scuffet riesce in qualche modo a salvarsi.

LA REAZIONE FRIULANA – Guidolin tenta di porre rimedio passando alla difesa a quattro, facendo scalare a sinistra Fernandes e mettendo Pereyra vicino a Muriel e subito si vedono i risultati: al 49′ è un diagonale di Fernandes a far strozzare l’urlo in gola dei tifosi friulani, con il tiro che finisce di poco fuori. Ma  è sempre un super Cuadrado a far respirare la squadra fiorentina: è grazie a lui la conquista del calcio di rigore, fischiato al 70′ per un fallo ai suoi danni da parte di Danilo.

LA FREDDEZZA DEL NUMERO 2 – Rodriguez è freddo dal dischetto e la Fiorentina si porta in vantaggio di due reti: ed è lo stesso difensore viola ad andare vicinissimo al raddoppio sette minuti più tardi con una spaccata che finisce di poco fuori. Ma non è finita in quanto è proprio nel momento più difficile che Fernandes pesca il goal da posizione impossibile con un tiro-cross che sorprende Neto ed al 93′ è Hertaux ad andare vicinissimo al pareggio con un colpo di testa che finisce fuori, ma sarebbe stato davvero troppo.

QUARTO POSTO PIU’ SICURO – Con un Cuadrado così, sfortunato all’84’ con una traversa colpita a botta sicura, per la Fiorentina c’è poco da temere: tre punti importanti e cinque punti di vantaggio sull’Inter. Il quarto posto sembra vicino ed ora la squadra potrà pensare con maggiore tranquillità alla conquista della Coppa Italia.

Fiorentina (4-3-3): Neto; Tomovic, Diakitè, Rodriguez, Pasqual; Pizarro (49′ st Anderson), Ambrosini, Aquilani; Ilicic (30′ st Wolski), Matos (33′ st Matri), Cuadrado. A disp.: Rosati, Lupatelli, Roncaglia, Compper, Bakic, Borja Valero, Fernandez, Joaquin. All.: Montella

Udinese (3-5-1-1): Scuffet; Heurtaux, Danilo, Bubnjic (12′ st Lazzari); Widmer, Badu (40′ st Nico Lopez), Allan, Pereyra, Gabriel Silva; Fernandes (49′ st Yebda); Muriel. A disp.: Brkic, Kelava, Naldo, Basta, Jadson, Zielinski. All.: Guidolin

Arbitro: Celi

Marcatori: 25′ Cuadrado (F), 27′ st rig. Rodriguez (F), 37′ st Fernandes (U)

Ammoniti: Badu, Danilo, Heurtaux, Pereyra, Muriel (U), Ambrosini (F)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *