Willkommen in München! L’armata tedesca affonda un bel Manchester e vola in semifinale (3-1)

FACE TO FACE – Da un lato il Bayern Monaco, già campione di Germania, con sei giornate di anticipo, ma reduce da prestazioni deludenti, tre partite senza vittorie. Guardiola ha chiesto ai suoi una prestazione impeccabile per mettere a tacere chi ha criticato il suo operato. Pep non punta solo al passaggio del turno, ma alla coppa, come lui stesso ha dichiarato alla vigilia della gara: “L’obiettivo è vincere la Champions League. La sconfitta in campionato? Mi spiace, ma la Bundesliga è finita. L’abbiamo già vinta”. Dall’altro lato il Manchester United, sesto in Premier League, a cui non resta che lottare con il Tottenham per un posto in Europa League. La qualificazione per loro significherebbe riscatto, David Moyes e i Red Devils, dati per spacciati, scenderanno in campo a testa alta e proveranno a contrastare la grande armata tedesca.

ALLIANZ ARENA – La qualificazione è “una questione di vita o di morte” per Pep Guardiola. Si riparte dall’1-1 dell’andata, risultato favorevole agli undici del tecnico spagnolo. I Red Devils però, vogliono seguire l’esempio dei Blues e tentare l’impresa. Ad attenderli ci sarà un Bayern privo di Schweinsteiger e Javi Martinez per squalifica e di Thiago Alcantara e Xherdan Shaquir per infortunio. Il Manchester si affida a Rooney, in dubbio fino a qualche ora prima della gara. Il giocatore ha fatto di tutto per recuperare dall’infortunio all’alluce e scendere in campo. Guardiola aveva ragione: “Scommetto una birra, vedrete che giocherà. È uno dei migliori giocatori che abbia mai visto”, qualcuno dovrà offrirgli da bere!

TUTTO IN BILICO – Il Bayern non ha nessuna intenzione di fare gli onori di casa e vuole far vedere chi comanda. Sono gli ospiti però a creare la prima vera occasione all’8’ con Rooney che manda in tilt la difesa bavarese, il suo destro non passa. Al 14’ ci prova Robben che cerca il sinistro a giro sul secondo palo, ma pecca in precisione mandando la palla di poco a lato. Canovaccio che si ripete per tutto il primo tempo, fioccano occasioni su entrambi i fronti, ma nessuna va a buon fine.  Il Bayern fa possesso palla e impensierisce più volte De Gea. I Reds si fanno trovare sempre pronti, ineccepibili in fase di contenimento, studiano gli avversari e approfittano delle loro carenze per ripartire in contropiede. Si chiude un primo tempo equilibrato e poco emozionante. Tutto è rimandato alla ripresa.

BAYERN RULES! – Dopo solo 12 minuti cambia il parziale, il Manchester passa in vantaggio con un goal da fantascienza di Evra, tiro potente di sinistro che si infila all’incrocio dei pali. Per il francese è la prima rete in questa competizione. I Red Devils assaporano la vittoria solo per un giro di lancette, al 59’ Ribery crossa dalla sinistra e trova libero Mandzukic. Il croato fa quello che gli riesce meglio, anticipare il suo diretto avversario e riporta il risultato in parità. In due minuti si infiamma l’Allianz Arena. Al 61’ Ribery sfiora il raddoppio, si cambia fronte e il Manchester gli risponde con Rooney che però spreca. Le due squadre hanno deciso di regalare un grande spettacolo ai loro sostenitori. Al 68’ assist di Robben e tapin vincente di Muller, il Bayern passa in vantaggio. Al 76’ Robben archivia la pratica con un’azione spettacolare, si porta a spasso la difesa inglese e il tiro mancino gli viene deviato da Vidic, il povero De Gea non può nulla. I fatti non smentiscono le attese: il Bayern Monaco è in semifinale.  “Chapeau!” per i Red Devils, gran bella prestazione, ma quando il Bayern decide di far male, grinta e cuore non bastano.

CURIOSITÁ – Con questo, si contano undici scontri diretti tra Bayern Monaco e Manchester United in Champions League: 2 vittorie per il Manchester, 4 per il Bayern e 5 pareggi. Le squadre si erano già affrontate ai quarti di finale nel 2001 e nel 2010, in entrambe le occasioni il Bayern ha passato il turno ed ha conquistato la finale. Uno strano caso del destino vuole che l’unica sconfitta del Bayern Monanco all’Allianz Arena, in questa edizione di Champions League, risalga all’ultima gara della fase a gironi contro il Manchester City. Mentre lo United ha vinto in trasferta solo una volta, sempre nella fase a gironi, con il Bayer Leverkusen. I tifosi più scaramantici avranno sicuramente fatto gli scongiuri!

BAYERN MONACO – MANCHESTER UNITED 3-1 (and. 1-1)

BAYERN MONACO (4-2-3-1) – Neuer 6,5 ; Alaba 6+, Dante 6, Boateng 6-, Lahm 6; Götze 5,5 (65′ Rafinha 6,5), Kroos 6,5; Ribery 7,5, Müller 6,5 (84′ Pizarro SV), Robben 8; Mandzukic 7 All. Guardiola 7.

MANCHESTER UNITED (4-2-3-1) – De Gea 5,5; Jones 5,5, Smalling 6,5, Vidic 6, Evra 6,5; Fletcher 5,5 (75′ Hernandez 5), Carrick 6; Valencia 6+, Rooney 6,5, Kagawa 6; Welbeck 6 (81′ Januzaj 5).  All. Moyes 6.

ROBBEN – MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN – 8 – La classe non è acqua, assist perfetto per Muller e dopo un’azione pazzesca, si prende i meritati applausi segnando il 3-1. Intramontabile.

MARCATORI – 57′ Evra (M),  58′ Mandzukic; 68′ Muller; 76′ Robben (M)

AMMONITI – Vidic, Evra (M), Rafinha (B)

ARBITRO – Eriksoon (Svezia)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *