Milan-Catania : le pagelle del match

MILAN

 

Abbiati 7 – Pronti via e subito salva su un tiro bellissimo di Barrientos. Nel secondo tempo vola a chiudere lo specchio su una punizione insidiosissima di Lodi.

Bonera 6,5 – Che non sia un terzino non lo scopriamo stasera, ma svolge alla perfezione il suo “nuovo” ruolo. In fase difensiva è sempre pronto, in avanti dà il suo contributo.

Rami 6 – Solidità e sicurezza per il numero 13. Insieme al compagno Mexes non lasciano nessuna occasione agli avversari.

Mexes 6 – Sembra essersi ritrovato l’ex Roma. Dopo una prima parte di stagione ai limiti del ridicolo, torna prepotentemente alla ribalta.

Constant 6 – Passi in avanti del 21 rossonero. Non combina disastri stasera, anzi sbroglia più di qualche volta situazioni complicate. (78′ Emanuelson sv)

De Jong 6,5 – Non sta fermo un secondo. Un rullo compressore, dove passa lui la palla è sua. Recupera una quantità industriale di palloni e il centrocampo rossonero sorride.

Montolivo 7 – Tiro da 3 punti quello del capitano milanista. Trova una rete bella e fondamentale per la conquista della zona europea; oltre al gol smista geometrie in mediana e i compagni ringraziano sentitamente.

Poli 6 – Solita gara di sacrificio e sudore, ma non riesce ad essere incisivo come nella sua indole. (74′ Abate sv)

Kakà 5 – L’unico più in ombra dei suoi; non dà il massimo forse perchè a corto di fiato. Vorrebbe lasciare il segno ma stasera per lui non è serata. (87′ Pazzini sv)

Taarabt 7 – Quando parte lui si accende la luce. L’anima di questo Milan passa dai suoi piedi. Giocate sempre utili e velocità nei dribbling : non c’è da aspettare Giugno per riscattarlo. Genio

Balotelli 5,5 – Testardo al punto giusto. Mario vuole timbrare il cartellino e ci prova continuamente, su punizione, dalla distanza, ma non è fortunato. Comunque cambiando atteggiamento i risultati si intravedono.

ALL. Seedorf 6 – 4 vittorie consecutive sono anche merito suo. Fa quadrato il suo Milan e traccia la via verso l’Europa League.

 

CATANIA 

Andujar 5,5 – Sul gol nulla può, poichè la palla rimbalza all’ultimo davanti ed molto angolata.

Monzon 5,5 – Buon piede quello del giocatore etneo infatti in qualche occasione prova a sorprendere Abbiati senza successo però. In difesa soffre e molto.

Gyomber 5 – Insieme a Monzon uno dei punti fermi su cui ripartire la prossima stagione. Stasera è scollegato anche lui.

Spolli 5 – Questa stagione maledetta ormai è destinata a finire. Peccato che uno come lui ha sempre onorato la maglia e ora si vede finire lentamente in B.

Rolin 5 – Poi ci si chiede perchè il Catania si trova nell’ultima posizione. Finchè giocatori come questo saranno titolari in serie A, non c’è da sorprendersi.

Plasil 5,5 – La brutta copia di quel bravo centrocampista che a Monaco si era ben distinto. Qualche tocco intelligente e nulla più. (77′ Izco sv)

Lodi 5 – Venire a San Siro e cercare di fare la partita forse era un sogno. Invece Ciccio prende per mano la squadra e nei primi dieci minuti mette sotto pressione il Milan. Ma dopo quei dieci minuti il nulla pervade le maglie degli etnei e scompaiono in quel di San Siro, per riapparire solo un attimo quando il numero 10 si inventa una delle punizioni alla Lodi ma stavolta sbatte sulle mani di Abbiati.

Rinaudo 4 – Nervoso da morire. Arrivare con una pressione asfissiante da non mandare più sangue al cervello e giocare ogni pallone come se fosse l’ultimo. Sintesi di una gara finita anzi tempo per un’entrataccia su Mexes. La salvezza non può passare da Milano.

Barrientos 5 – Psicologicamente  a terra diventa difficile giocare. Figuriamoci segnare poi. Gara anonima.

Bergessio 5 – L’aria nello spogliatoio siciliano è pesante. Le gare da vincere per il Catania non sono queste, ma ben altre. (82′ K .Boateng sv)

Leto 4,5  – Non si fa vedere mezza volta.(58′ Castro 5,5 – Entra e subito si mette in mostra con uno scatto che manda in difficoltà Rami, poi qualche lampo, ma si spegne alla lunga anche lui).

ALL. Pellegrino 5 – Forse neanche un miracolo serve a salvare una stagione che ha ben poco da ricordare. Cerca di dare un animo alla squadra, ma ormai pare che sia una nave che affonda lentamente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *