Lazio: bene Anderson, difesa disastrosa

QUI LAZIO – La sconfitta contro il Napoli per 4-2 lascia l’amaro in bocca e parecchi dubbi sul futuro in casa Lazio. I biancocelsti, infatti, non hanno disputato una brutta partita, almeno fino all’espulsione di Lorik Cana. Poi il crollo del gruppo, sopratutto per le colpe difensive.

DISASTRO – Quello del pacchetto arretrato è un vero scempio. Senza André Dias e Giueppe Biava, il tecnico Edy Reja decide di affidarsi a Stefan Radu, Michael Ciani e Cana. Nel primo tempo i tre riescono a tenere a bada le incursioni degli avversari, nonostante qualche sbavatura. Nella ripresa, arriva il crollo: l’espulsione per doppia ammonizione del centrale albanese costringe Reja a cambiare modulo e a far entrare Diego Novaretti. Complice l’inferiorità numerica, i partenopei hanno avuto maggiore spazio per muoversi, ma gli errori commessi da Ciani e Novaretti sono da “ABC” del calcio. E, quando hai di fronti elementi rapidi e spietati come Dries Mertens e Gonzalo Higuain non puoi permetterti di sbagliare. Era già nell’aria, ma dopo questa stagione e questa partita alcuni di loro cambieranno aria a fine campionato.

LE COLPE DI REJA – Nella sconfitta della Lazio, però, c’è anche la mano del “povero” Reja. Se le scelte difensive erano obbligate, quella di far uscire Felipe Anderson per Novaretti non lo era. Meglio togliere uno tra Stefano Mauri ed Antonio Candreva, sicuramente meno insidiosi del giovane brasiliano. Dopo una stagione travagliata, l’ex Santos scende in campo con tanta voglia di far bene ed è un’autentica spina nel fianco per la difesa del Napoli, poco veloce ed in ritardo in alcuni interventi. Il ventenne gioiello sudamericano si rende pericoloso in più occasioni, senza riuscire a trovare la via del gol. Tuttavia, oltre Candreva, era l’unico in grado di saltare l’uomo e creare la superiorità in fase d’attacco, nonostante l’inferiorità numerica sul campo. Sicuramente Reja ci avrà pensato a fine partita e chi sa che non possa dargli maggior spazio in questo finale di campionato. Una cosa è certa, che il prossimo hanno si potrà puntare su di lui.

2 Comments

  • Secondo me Anderson ha giocato malissimo, perché fa 3 giocate in un tempo e per il resto è completamente spento. Con la qualità che ha dovrebbe fare la differenza! Molto meglio Candreva, davvero bravo, e Mauri, sempre attaccato alla maglia.

  • Candreava ci ha abituati a grandi cose con la Lazio. Anderson si è reso pericolo in alcune occasioni mostrando di avere buone qualità. Sicuramente puo fare di più, ma ieri era necessario un giicatore in grado di saltard l’uomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *