Fantacalcio: i consigli della 34^ giornata

Atalanta-Verona: per Verona e Atalanta l’ultima giornata è stata foriera di sconfitte che allontanano il sogno dell’Europa League. Ma la stagione di entrambe le squadre è da considerasi molto positiva e all0 stadio Allievi d’Italia il match si preannuncia equilibrato. Consigliati per i padroni di casa Brivio, terzino ordinato che talvolta regala bonus, e Bonaventura, centrocampista tutta fantasia. Gli ospiti hanno le loro armi in Romulo, in odore di nazionale vista la sua qualità e duttilità, e Iturbe, imprevedibile e capace di segnare con buona continuità. Sconsigliati i macchinosi Benalouane e Moras.

Catania-Sampdoria: il campionato dei siciliani non è mai iniziato. Da subito si era capito che quest’anno sarebbe stata davvero dura salvarsi con una squadra dalla difesa imbarazzante, senza contare un attacco impoverito dalla partenza di Gomez. I blucerchiati invece sono tranquilli a metà classifica. Consigliati nel Catania il faro di centrocampo Lodi e il bomber Bergessio. Nella Sampdoria occhio a De Silvestri, bravo a scendere sulla fascia e servire i compagni, e Sansone, abile nel dribbling e capace di gol davvero belli. Sconsigliati Peruzzi e Maxi Lopez, entrambi un po’ annebbiati anche se per motivi diversi.

Chievo-Sassuolo: una partita decisiva per delineare il quadro salvezza. Si i veronesi dovessero vincere farebbe un passo decisivo per la permanenza nella massima serie. Ma anche gli uomini di mister Di Francesco scenderanno in campo col coltello fra i denti dato che una sconfitta sarebbe quasi letale. Consigliati nel Chievo il duttile Hetemaj che sa far bene le due fasi e Paloschi, i suoi gol sono fondamentali. Gli emiliani si affidano alla corsa di Biondini, vero guerriero, e a Zaza che sta vivendo un buon momento di forma. Sconsigliati Thereau e Berardi che ultimamente non vedono mai la porta.

Genoa-Cagliari: un brutto periodo per Genoa e Cagliari. Entrambe le squadre nelle ultime tre partite hanno raccolto rispettivamente zero e uno punti. Ma se i padroni di casa hanno raggiunto la salvezza già da parecchio tempo, i sardi ancora non sono così tranquilli e una vittoria darebbe serenità. Consigliati tra gli uomini di Gasperini il talentuoso Perin e una vecchia volpe come Gilardino. Per gli ospiti i nomi sono quelli di Astori, leader difensivo, e Conti, capitano e anima della squadra. Sconsigliati Sculli e Cossu che corrono tanto ma spesso in maniera sterile.

Lazio-Torino: queste formazioni sono appaiate in classifica e inseguono l’Inter a cinque punti di distanza. L’obiettivo si chiama Europa League ma sembra davvero difficile raggiungerlo data anche la concorrenza di Parma e Milan. Difficile dire chi è il favorito per la vittoria sabato all’Olimpico. Consigliati nei biancoazzurri un Lulic in gran forma, che scende sulla fascia con regolarità e segna abbastanza, e Keita, giovane e voglioso di mettersi in mostra. I granata puntano sul roccioso Glik e naturalmente su Immobile, bomber di razza e papabile per il Mondiale brasiliano. Sconsigliati Biglia e Gazzi che sono soggetti a prendere un po’ di cartellini.

Milan-Livorno: sulla carta non c’è partita perché i rossoneri partono decisamente favoriti. Gli uomini di Seedorf vengono da quattro vittorie di fila e ora credono seriamente nel raggiungimento di un posto in Europa. Il Livorno ha fatto un punto nell’ultimo mese e la serie B si avvicina. Consigliati nei padroni di casa Montolivo, vero punto di riferimento per i compagni in mezzo al campo, e Balotelli, che pare più sereno del solito e avrà avversari non proprio irresistibili. Gli ospiti sperano nelle reti del duo Siligardi-Paulinho. Sconsigliati un uomo di rottura come De Jong e Ceccherini che avrà clienti complicati.

Parma-Inter: scontro diretto per un posto in Europa League. Sono appena due i punti di vantaggio dei nerazzurri sugli emiliani, dunque con una sconfitta gli uomini di Mazzarri verrebbero superati dai padroni di casa. Un match davvero interessante che verrà giocato col coltello fra i denti da tutti. Consigliati nel Parma Parolo, si inserisce bene e segna molto per il ruolo che riveste, e Cassano, ha il dente avvelenato con la sua ex squadra e vuole segnare. Nell’Inter da schierare un Hernanes che sembra aver ritrovato qualche colpo di classe e Icardi, sarà antipatico ma gonfia la rete con impressionante regolarità. Sconsigliati Gargano, troppo falloso, e Kovacic, ancora rimane un’incognita.

Udinese-Napoli: tutte e due queste squadre non hanno più molto da dire al campionato. Un’annata deludente sia per l’Udinese che ha lottato per salvarsi e non per l’accesso in Europa, sia per il Napoli che è stato distanziato parecchio dalla Juventus e dalla Roma. Consigliati nelle fila friulane il rapido Gabriel Silva, temibile sulla fascia, e l’intramontabile Di Natale. I partenopei puntano su Callejon, tenuto a riposo domenica e pronto a dar di nuovo battaglia, e Insigne, voglioso di sfruttare la chance da titolare. Sconsigliati in grezzo Allan e l’impacciato Fernandez.

Juventus-Bologna: se i bianconeri non avranno la testa altrove non ci dovrebbero essere problemi a superare il Bologna. Comunque gli emiliani, al netto di un calendario complicato, stanno strappando pareggi davvero importanti in chiave salvezza e allo Juventus Stadium sperano di fare risultato. Consigliati per i padroni di casa un Buffon che subisce poche reti ed è fondamentale in ottica modificatore e Pirlo, un calcio piazzato qualsiasi e può scattare la magia. I rossoblu contano sulla dinamicità di Christodoulopoulos e gli inserimenti di Kone. Sconsigliati Isla, ha la capacità di sbagliare sempre sul più bello, e Curci, potrebbe raccogliere diversi palloni in fondo al sacco.

Fiorentina-Roma: si chiude la 34^ giornata con la sfida tra le squadre che forse giocano il calcio più bello e spumeggiante. A livello di obiettivi i giochi per Roma e Fiorentina i giochi sono quasi chiuse e la stagione può dirsi soddisfacente. Consigliati per i viola un Borja Valero tornato a dettar legge a centrocampo e un Aquilani galvanizzato dalla doppietta appena fatta. I giallorossi sanno di poter contare sulla grinta di De Rossi e la velocità di Gervinho, capace di dribblare e creare superiorità numerica in attacco. Sconsigliati Neto, incline a qualche papera di troppo, e Toloi, non è facile sostituire Benatia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *