Serie B, 35^ giornata: il Palermo vola, il Latina secondo, lo Spezia aggancia il Siena, nella parte bassa rimane tutto invariato

Il Palermo non si ferma più e vince anche con la Reggina rimanendo saldamente in testa, l’Empoli esce sconfitto da Lanciano e perde il secondo posto a favore del Latina, vittorioso a Bari. Il Crotone vince nell’anticipo e resta in lotta per la promozione diretta, lo Spezia batte il Siena e ritorna nei play-off. Modena e Avellino perdono il treno per la “A”, mentre nelle parti basse resta tutto come prima.

PALERMO TRITASASSI, IL LATINA SUPERA L’EMPOLI – I siciliani conquistano altri tre punti al “Barbera” contro la Reggina, penultima della classe, grazie alla rete di Dybala nel primo tempo e la promozione ora dista solo sei punti vista la debacle dell’Empoli.
I toscani subiscono la beffa dal Lanciano in una partita che si era messa bene da subito con la rete di Hisaj, ma nella ripresa prima Falcinelli e poi Mammarella, con una grande punizione come lui sa fare, regalano i tre punti al Lanciano che ritorna a vincere e sale in zona play-off; gli azzurri oltre a vedersi allontanare la capolista subiscono il sorpasso del Latina al secondo posto.
I pontini hanno la meglio sul Bari al “San Nicola” grazie a un bellissimo gol da fuori area di Bruno; i laziali ora sognano la promozione diretta in serie A con la quarta vittoria di fila e il Bari vede sfumare l’opportunità di agguantare un posto nei play-off.

LO SPEZIA AGGANCIA IL SIENA, MODENA ED AVELLINO SI FERMANO – Lo Spezia vince lo scontro diretto contro il Siena e aggancia proprio i bianconeri in classifica, il merito di questo successo è di Bellomo che nella ripresa tira fuori una delle sue perle da fuori area e mette dentro e regala la seconda vitttoria consecutiva ai liguri.
Il Modena non va oltre il pari nel derby contro il Carpi e perde punti preziosi per la corsa ai play-off, la partita è spettacolare come l’andata e sono i padroni di casa ad andare avanti con la rete di Concas, il tiro aveva l’aria di essere un cross che fortuitamente è andato dentro. I canarini nella ripresa rimontano con due calci di punizione straordinari di Babacar e Garofalo, ma il Carpi riagguanta il pari nel recupero con Romagnoli.
Anche l’Avellino perde la chance di rimanere nei play-off dopo che a lungo si è trovata nelle parti alte della classifica e succede con l’ultima della classe. E’ proprio la Juve Stabia che va in vantaggio con Caserta al primo minuto, i campani pareggiano nel recupero del primo tempo con Castaldo; nella ripresa campani di nuovo avanti sempre con Caserta, che ritorna al gol con una doppietta, e l’Avellino sigla il pari definitivo con Galabinov.

TUTTO INVARIATO NELLA LOTTA SALVEZZA – Non cambia nulla in basso alla classifica, le tre squadre in lotta per la salvezza vincono tutte. Il Novara vince in scioltezza contro il Trapani, per i padroni di casa apre le marcature Ludi e raddoppia Manconi. Il match degli ospiti si complica con l’espulsione di Pacilli, nella ripresa arriva il tris piemontese con Rengoni e il Trapani nel recupero trova il gol della bandiera con Nizzetto; quarta sconfitta consecutiva per i siciliani, che devono fare i conti con una classifica che li vede fuori dai play-off.
Il Cittadella risponde al Novara battendo il Cesena in una partita stregata per i bianconeri, subito in dieci nei minuti iniziali per il rosso a Volta. Nel secondo tempo i veneti trovano il gol partita con Coralli, ma con l’espulsione di Colombo ritorna la parità numerica in campo. Il Cesena non riesce ad evitare la sconfitta e nel finale si trova addirittura in nove per il cartellino a Garritano.
A Brescia il Padova risponde presente per la lotta salvezza anche se l’inizio è stato poco incoraggiante con il vantaggio dei padroni di casa grazie al rigore realizzato da Caracciolo dopo due minuti. Il Padova risponde dopo quattro minuti con la rete di Melchiorri, nel recupero del primo tempo Jelenic fa 2-1 e Pasquato mette dentro il gol decisivo che chiude i conti.

LE ALTRE – Nell’anticipo il Crotone ha la meglio sul Varese e insegue il sogno della promozione senza passare dai play-off. Sono i lombardi ad andare avanti con Pavoletti, ma dopo qualche minuto ci pensa Giannone a ristabilire l’equilibrio. Nella ripresa i padroni di casa trovano il 2-1 con Cataldi, gli ospiti rimangono in dieci per il rosso a Damonte e nonostante tutto trovano il nuovo pareggio di nuovo con Pavoletti. L’episodio decisivo è il rigore concesso al Crotone che viene realizzato da Bernardeschi e determina l’espulsione di Blasi con il Varese che rimane in nove.
A Terni i padroni di casa vincono di misura con il Pescara grazie al gol di Maiello nel primo tempo, gli umbri si allontanano dalla zona pericolosa, superando il Varese in classifica, e il Pescara perde l’occasione di giocarsi un posto nei play-off.

RISULTATI – Ecco i risultati della 35^ giornata del campionato cadetto:
CROTONE – VARESE 3-2 (10′ Pavoletti (V), 15′ Giannone (C), 51′ Cataldi (C), 70′ Pavoletti (V), 85′ rig. Bernardeschi (C))
BARI – LATINA 0-1 (14′ Bruno (L))
BRESCIA – PADOVA 1-3 (2′ rig. Caracciolo (B); 6′ Melchiorri (P); 45’+2′ Jelenic (P); 68′ Pasquato (P))
CARPI – MODENA 2-2 (7′ Concas (C); 56′ Babacar (M); 63′ Garofalo (M); 93′ Romagnoli (C))
CITTADELLA – CESENA 1-0 (56′ Coralli (Cit))
JUVE STABIA – AVELLINO 2-2 (1′ e 74′ Caserta (C); 45’+3′ Castaldo (A); 88′ Galabinov (A))
LANCIANO – EMPOLI 2-1 (4′ Hisaj (E); 52′ Falcinelli (L); 93′ Mammarella (L))
NOVARA – TRAPANI 3-1 (3′ Ludi (N); 24′ Manconi (N); 82′ Rigoni (N); 93′ Nizzetto (T))
PALERMO – REGGINA 1-0 (29′ Dybala (P))
SPEZIA – SIENA 1-0 (83′ Bellomo (Sp))
TERNANA – PESCARA 1-0 (36′ Maiello (T))

CLASSIFICA – Di seguito la classifica dopo la 35^ giornata:
Palermo 72, Latina 57, Empoli 56, Crotone 55, Cesena 52, Siena 51, Spezia 51, Lanciano 51, Trapani 49, Avellino 49, Modena 49, Pescara 46, Brescia 46, Bari 46, Carpi 45, Ternana 44, Varese 43, Novara 39, Cittadella 36, Padova 35, Reggina 28, Juve Stabia 17

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *