Tennis, Wimbledon: prima settimana senza sorprese ma con tante emozioni

Wimbledon Tennis

Wimbledon Tennis

Siamo giunti alla fine della prima settimana qui a Wimbledon ed oggi, domenica, è il giorno di riposo per i tennisti ancora presenti in tabellone, ancora incompleto per quanto riguarda gli ottavi di finale, con alcune partite rimandate a lunedì per oscurità.

PIOGGIA E OSCURITA’ – Dopo i primissimi game delle prime partite la pioggia ha interroto le gare in corso e solo sul Centrale, dopo la chiusura della tettoia, si è potuto riprendere.
Gli altri match, invece, sono ripresi nel tardo pomeriggio e l’oscurità non ha permesso di completare il programma della giornata, con due incontri maschili neanche cominciati e due femminili e un altro maschile (il nostro Bolelli) sospesi.

LA GRANDE SORPRESA – Le sorprese non sono mancate neanche nella giornata di ieri, naturalmente su tutte l’uscita di scena della regina Serena Williams che quest’anno con gli slam non va proprio d’accordo. Dopo gli ottavi agli Australian Open, il secondo turno al Roland Garros arriva un terzo turno a Londra, bottino povero per una giocatrice abituata a vincere tutto in questi ultimi anni. Naturamente complimenti ad Alize Cornet, capace, dopo un primo set perso malamente (1-6) di non abbattersi e lottare fino alla fine contro l’americana, apparsa però poco mobile e molto fallosa. La francese si aggiudica così i due set successivi con il punteggio di 6-3, 6-4.

BIG SENZA PROBLEMI – Nel tabellone maschile nessuna sorpresa con le vittorie nette in tre set di Federer con Giraldo (6-3; 6-1; 6-3) e Raonic con Kubot (7-6; 7-6; 6-2), mentre perde un set, ancora il primo, Rafael Nadal con il kazako Kukushkin (6-7; 6-1; 6-1; 6-1). Nei match più equilibrati hanno la meglio Kyrgios e Robredo: l’australiano (classe ‘95), dopo aver preso confidenza con l’erba londinese, regola l’altro giovane Vesely (’93) in quattro set (3-6; 6-3; 7-5; 6-2), diventando la vera sorpresa di questo Major. Lo spagnolo prima fa e poi disfa ma al quinto set riesce a spuntarla sul polacco Janowicz (6-2; 6-4; 6-7; 4-6; 6-3), semifinalista lo scorso anno.

BOLELLI RIMANDATO – Grandissimo spettacolo fra Kei Nishikori e Simone Bolelli, con l’italiano che riesce a mettere seriamente in difficoltà la testa di serie numero 10 del tabellone, portandolo al quinto set, dopo esser stato per due volte in vantaggio (6-3; 3-6; 6-4; 6-7) e per due volte a due punti dal match. Alla fine, sul 3 pari della partita decisiva, la sospensione per oscurità.
Gli incontri che non hanno preso neanche il via sono quelli tra Wawrinka e Istomin e quello fra Lopez e Isner, in programma lunedì in tarda mattinata.

TABELLONE DONNE – Nel tabellone femminile passano al quarto turno in due set Sharapova, Bouchard e Halep, rispettivamente contro Riske, Petkovic e Bencic, mentre fatica più del previsto Angelique Kerber con Flipkens (3-6; 6-3; 6-2), mentre Dyas ha la meglio su Zvonareva (7-6; 3-6; 6-3). Perde il primo set Ana Ivanovic (4-6) con la specialista di Wimbedon Sabine Lisicki, prima della sospensione serale. Stesso epilogo anche nel match fra Shvedova e Keys con la russa avanti di un set (7-6) e l’americana che con vistosi problemi fisici riesce a trascinare l’avversaria al tie break anche nella seconda partita, prima dello stop.
Da domani, ore 12.30 italiane, si riparte con la seconda e decisiva settimana del Championships, sperando che ci regali ancora grandi emozioni come successo fino ad ora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *