Tennis, Wimbledon: sorpresa Kyrgios, Federer-Wawrinka ai quarti. Fuori Nadal e Sharapova

Padre greco, madre malesiana, Kyrgios è la sorpresa di Wimbledon
Padre greco, madre malesiana, Kyrgios è la sorpresa di Wimbledon

Ottavo giorno di gare a Wimbledon e naturalmente non mancano le sorprese. Nel tabellone maschile esce di scena Rafael Nadal contro un fenomenale Kyrgios, mentre in quello femminile abbandona un’altra favorita per la vittoria finale. Maria Sharapova deve cedere ad una formidabile Angelique Kerber, nonostante la tedesca abbia dovuto sudare per più di due ore e mezza fino al settimo match point.

Padre greco, madre malesiana, Kyrgios è la sorpresa di Wimbledon
Padre greco, madre malesiana, Kyrgios è la sorpresa di Wimbledon

DERBY SVIZZERO – Nella parte bassa del tabellone maschile sarà derby svizzero ai quarti di finale. In un ora e 33 minuti Federer elimina Robredo per 3-0 (6-1; 6-4; 6-4), continuando il suo cammino senza sbavature e nessun set perso. Lo segue però a ruota il suo connazionale Wawrinka che raggiunge per la prima volta in carriera i quarti a Londra, capace di eliminare uno specialista dell’erba come Lopez in tre set (7-6; 7-6; 6-3), che non riesce a ripetere l’exploit di ieri con Isner. Nella sfida più equilibrata della giornata è Milos Raonic che la spunta su Kei Nishikori. Dopo il primo set di marca giapponese (4-6), il canadese non fa sconti al servizio e anche lui raggiunge il suo primo quarto qui a Wimbledon (6-1; 7-6; 6-3), regalando al Canada un risultato che mancava da più di 100 anni.

E’ NATA UNA STELLA – Si chiama Nick Kyrgios e probabilmente ne sentiremo parlare ancora tanto in futuro. E’ lui che si prende il palcoscenico sul “Centrale” giocando una partita a dir poco superlativa. Il 19enne australiano domina Rafael Nadal e conquista i quarti di finale di questo slam. Una partita giocata alla grande dal giovane tennista che non è apparso per niente intimorito dall’avversario. Nel primo set Kyrgios serve alla grande e si porta in vantaggio grazie al 7-4 del tie break. Nel secondo set Nadal reagisce e sfrutta le uniche palle break concesse dall’australiano (5-7). Kyrgios però non si scompone e continua a sfornare ace e colpi vincenti, annulla un set point e si riaffaccia avanti con un altro tie break (7-5). Il quarto game dell’ultima partita è quello decisivo: due accelerazioni spaventose, prima di rovescio e poi di dritto, danno il break decisivo a Nick (3-1) che non si lascia più riprendere (6-3). Benvenuto fra i grandi del tennis.

MATCH INFINITO – Sarà Angelique Kerber l’avversaria ai quarti di Eugenie Bouchard. In una gara straordinaria, la tedesca riesce ad avere la meglio su Sharapova, in un match incredibile. Dopo il primo set vinto dalla giocatrice mancina al tie break (7-6) e la rimonta della siberiana nel secondo (4-6), nella terza partita succede di tutto. Subito Kerber avanti di un break (3-0), poi quando sembra finita (5-2) arriva la reazione dell’avversaria (5-4). Il servizio però tradisce Masha e sullo 0-40 la tedesca si trova a giocare tre palle match. La russa resiste, ma alla settima occasione Kerber può urlare di gioia (6-4).

LE CONFERME –
Negli ottavi femminili abbiamo due affermazioni: Simona Halep centra i quarti e si conferma tra le prime otto in tutti gli slam della stagione (quarti anche in Australia e finale a Parigi). A farne le spese del suo attuale stato di forma la kazaka Diyas, letteralmente asfaltata per 6-3, 6-0. La tedesca Lisicki, dopo la finale dello scorso anno, conferma il suo feeling con l’erba londinese e sconfigge in tre set una generosa Shvedova (6-3; 3-6; 6-4).

SEMIFINALE CECA – In programma quest’oggi anche i quarti di finale della parte bassa del tabellone femminile, che possiamo chiamare anche parte “ceca”. Tre giocatrici su quattro della Repubblica Ceca, con Safarova che continua il suo percorso netto sconfiggendo sempre in due set set Makarova (6-3; 6-1), mentre nel derby fra Kvitova e Zahlavova Strycova è la prima ad avere la meglio con il punteggio di 6-1, 7-5 ed ora sarà ancora derby in semifinale.

Domani sei gare in programma con due quarti femminili (parte alta) e tutti e quattro quelli maschili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *