La fuga di Roma e Juve, la rovesciata di Osvaldo e il disastroso Bonera: ecco il pagellone della 4^ giornata di Serie A

Bonera Milan

boneramilan

10 OSVALDO – Anche se andrebbe annullato per una lieve spinta al difensore dell’Atalanta, la sforbiciata di Daniel Osvaldo entra di diritto al primo posto del nostro pagellone. Il giocatore ex Roma ha sempre dimostrato di avere questi colpi e, se diventasse continuo nelle sue prestazioni, potrebbe davvero fare la differenza. ROVESCIATA SPETTACOLARE.

9 JUVE & ROMA – Sono loro le regine del campionato. La Juve demolisce il Cesena, la Roma passa a Parma, saranno loro a lottare fino alla fine per vincere il titolo. CERTEZZE.

8 PJANIC – Che punizione! È grazie a lui se la Roma resta in contatto con la Juventus, è sui di lui che poggia il gioco della Roma, se riesce a rimanere continuo per tutta la stagione ci sarà una bella gatta da pelare per Allegri e i suoi uomini. PENNELLATA.

7 SAMPDORIA – La squadra di Sinisa è lì, a ridosso delle prime della classe, e ci sta con pieno merito. Mihajlovic aveva già dato la sua impronta nella scorsa stagione e quest’anno è ripartito alla grande. Dovesse anche vincere il derby lo farebbero subito santo. PARTENZA SPRINT.

6 UDINESE – Strama, bene bene! Non è l’imitazione di Cassano, ma i complimenti che stanno piovendo sul mister e la sua Udinese. I friulani passano all’Olimpico e dimostrano di essere quella squadra forte e compatta che abbiamo visto fino ad un paio di stagioni fa. Mister Stramaccioni ha raccolto il lavoro di Guidolin e lo sta facendo crescere come meglio non potrebbe. OUTSIDER.

5 MILAN – Il Milan di questo inizio stagione sembra bipolare. Alterna minuti di gioco alla Real Madrid con prestazioni degne della Longobarda. Pessima mezz’ora iniziale con i toscani, fantastica la reazione per acciuffare il 2-2 e mettere altro fieno in cascina in questa “New Season” milanista. ALTERNANZA.

4 CAGLIARI – Dov’è finito il calcio spettacolare di Zeman? È quello che si stanno chiedendo i tifosi del Cagliari, che per il momento hanno visto la parte peggiore del boemo. I sardi non hanno ancora ingranato e rischiano di partire con un forte handicap, che potrebbero pagare nel corso della stagione. RIALZARE LA TESTA.

3 LAZIO – Sul nostro ambitissimo podio è l’intera squadra della Lazio a vincere la medaglia di bronzo. In estate complimenti a Pioli e a tutti i giocatori, dopo 4 giornate i primi dubbi sulla solidità difensiva della squadra. I laziali hanno tutti i mezzi per poter uscire dalla crisi, ma devono sbrigarsi perché la piazza romana non è mai molto propensa ad aspettare ed è sempre sul piede di guerra con il presidente Lotito. RITROVARE LA RETTA VIA.

2 BONERA – Bisogna essere onesti: si è giocato il primo posto con il difensore del Napoli. E ha perso solo perché Koulibaly è oramai un “sempre presente” nelle ultime posizioni di questa speciale pagella. Nella mezz’ora contro l’Empoli, Daniele Bonera riesce a dare il meglio di sé. In negativo. Disattento sul primo gol, in ritardo sul secondo, il difensore italiano non ne indovina una nemmeno a mettergliela sotto il naso. CONFUSO.

1 KOULIBALY – L’unica certezza il difensore del Napoli la regala al nostro pagellone. È sempre presente, nelle parti più basse delle votazioni. L’ennesima incertezza difensiva, dopo Bilbao, Genoa e Udinese, il difensore arrivato in estate la regala anche contro il Palermo, che raggiunge il 3-3 al San Paolo grazie al suo intervento in ritardo sull’attaccante rosanero, che può insaccare e fare felici i tifosi palermitani. SCANDALOSO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *