Il ‘golasso’ di Tevez, il tracollo del Parma e il porta-sfortuna Thoir: ecco il pagellone dell’11^giornata di Serie A

tevez

tevez

10 TEVEZ – Un super gol. Favorito anche dalla giornata no dei difensori del Parma, che si lasciano saltare abbastanza facilmente. Ma l’apache ci mette grinta, forza, carattere in questo gol. Che entra di diritto nella classifica dei più belli di questa stagione. GOLASSO.

9 ROMA – Liquida abbastanza rapidamente il Torino, che patisce probabilmente le fatiche di coppa. La squadra di Garcia macina gioco e gol, mantenendo il passo della capolista. IN SCIA.

8 LJAJIC – Il ragazzo va capito, compreso. Ha tutti i numeri per stare in una big ma deve trovare continuità. Il controllo e il tiro sul secondo palo è solo un assaggio di quello che può fare e se il tecnico della Roma saprà farlo sbocciare, Adam Ljajic sarà la sorpresa di questo campionato. CLASSE.

7 NAPOLI – D’incoraggiamento, per il povero Lorenzo Insigne. E anche per la continuità con cui la squadra di Benitez sta trovando i risultati. Ora i partenopei sono da soli al terzo posto. Un pensiero allo scudetto è lecito, ma bisognerà continuare su questa squadra. TORNA PRESTO LORENZO!

6 CHIEVO – La squadra di Maran non molla un centimetro in casa, contro il Cesena. Subisce il gol del pareggio ad una manciata di minuti dal termine, ma con l’evergreen Pellissier trova il gol del 2-1, che dà ossigeno alla classifica (sempre deficitaria) del Chievo. Questa è la cattiveria che vogliono vedere i tifosi. STRADA GIUSTA.

5 MILAN – Il pari in casa della Sampdoria è l’ennesima sliding door che si chiude per i rossoneri. Vincere contro una super Samp sarebbe stata una bella iniezione di fiducia prima del derby, ma i tentennamenti in difesa sono ancora troppo frequenti. Se mister Inzaghi non troverà le contromisure, il Milan rischia di buttare quanto di buono crea in attacco. L’unica nota positiva, il ritorno al gol del Faraone, finalmente. PAUSA AL MOMENTO GIUSTO.

4 INTER – Ai tifosi. L’Inter gioca in 10 praticamente tutto il secondo tempo, contro un Verona (Hellas) che da un anno e mezzo a questa parte gioca un fantastico calcio, mettendo in difficoltà qualsiasi squadra. I tifosi devono avere pazienza. Se Icardi sbaglia un gol, o Palacio è fuori forma, possibile che sia sempre e solo colpa dell’allenatore? Oppure la colpa è del patron Thoir, che a quanto pare porta una sfortuna pazzesca? DANZA VODOO.

3 FIORENTINA – È un momento no per la squadra. Montella non riesce a dare il giusto stimolo alla sua squadra, che perde ancora in casa, contro un Napoli quadrato e ben messo in campo. Il rientro di Gomez al momento non sta dando i frutti sperati e a Gennaio i Della Valle dovranno mettere mano al portafoglio per aggiustare le cose. MOMENTO NO.

2 DONADONI – Non riesce più a iniettare quella fiducia necessaria alla squadra. La vittoria contro l’Inter è stata un’oasi nel deserto, che però si è prosciugata prestissimo. Se non arriveranno presto i rifornimenti da parte del Mister, il Parma rischia di ritrovare nuovamente la Serie B. DISASTRO.

1 PARMA – Il risultato di domenica dice più di mille parole: 7-0. NUBIFRAGIO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *