La Fiorentina passa al Bentegodi, batte 1-2 il Verona con un super Cuadrado

CUADRADO

 

Verona Termina 1-2 la gara Tra Verona e Fiorentina. A segno Gonzalo Rodriguez e Nico Lopez nel primo tempo, che si chiude in parità. La ripresa è tutta viola e porta la firma di Juan Cuadrado. Il talento colombiano segna il 2 a 1 e chiude la partita, portando a casa 3 punti preziosi.

 

Primi 45′ – Il match parte con alcune sorprese tattiche da entrambi i lati: Mandorlini opta inizialmente per un 4-4-2 di contenimento in fase difensiva, rinunciando a Gomez nel tridente; Montella allo stesso tempo, preferisce Joaquin ad Ilicic e schiera Cuadrado dietro M. Gomez.
La partita inizia con difese lunghe e ritmi alti, che renderanno il primo tempo ricco di emozioni.
I viola partono bene e conducono un’ottima fase di impostazione, mentre l’Hellas tenta la densità in mezzo al campo per bloccare le iniziative degli 11 di Montella, che saranno prevalentemente guizzi sulla corsia centrale.
La pericolosità del Verona è circoscritta ai contropiedi, rapidi e insidiosi.
Mandorlini perde Obbadi all’ottavo minuto per problemi muscolari e lo sostituisce con Campanharo. ll numero 30 Veronese entra bene in partita, ma il cambio tattico scombussola l’Hellas che ne risente in fase difensiva; in particolare, si creano difficoltà di movimenti tra Moras e Agostini nelle diagonali. Spazi vuoti che vengono colmati dalle offensive degli ottimi Joaquin e Cuadrado. E proprio quest’ultimo che al 15′, innescato da Borja Valero, costringe Rafael al salvataggio con un tiro sulla destra che termina in calcio d’angolo. Ma non è finita: sullo stesso corner, i viola si portano in vantaggio con una deviazione vincente di Gonzalo Rodriguez. I ragazzi di Mandorlini risentono del centrocampista in più e arrancano nella fase di impostazione, non abituati all’impianto tattico.
Le occasioni create nascono da ripartenze sporadiche, che causano break efficaci nell’impostazione manovrata della Fiorentina.
Non gioca bene il Verona nell’ultima mezz’ora, ma non demorde. Si rende pericolosa infatti al 34′, con un ottimo Toni che anticipa Neto e colpisce la traversa su cross di Halfredsson (che nel frattempo si è alzato e gioca da ala sinistra). La strada è ritrovata e il Bentegodi si infiamma.
Poco dopo, al 39′, Toni si gira bene sulla trequarti e serve Nico Lopez che insacca il pareggio.

 
Secondo tempo – La struttura tattica nella ripresa è simile, ma più prudente. I padroni di casa giocano stretti; il fine ultimo è la ripartenza. I viola costruiscono cauti, nella speranza di creare spazi pericolosi. Il difensivismo dell’Hellas non premia e si ritrova schiacciato nella sua area.
Le occasioni nella ripresa sono quasi tutte viola, infatti non bisogna aspettare molto tempo per il vantaggio: incursione sulla sinistra da parte di Alonso, che pennella in area per Cuadrado, il quale sbuca dietro Moras e va in rete. Siamo al 62′ ed è 2 a 1.
Ci prova Mandorlini prima mettedo in campo Christodoulopoulos, poi sul finale Saviola, ma la Fiorentina è brava a contenere i tentativi veronesi e a mantenere il vantaggio fino al termine.

 

Avanti così – Buona la prestazione della Fiorentina, che con un buon gioco interrompe la scia negativa di insuccessi e ritrova un Cuadrado decisivo che mancava da troppo.
Si leccano le ferite gli 11 di Mandorlini, che non agguantano un punto prezioso in casa.

 
Verona – Fiorentina 1- 2

MARCATORI: 15′ RODRIGUEZ, 39′ NICO LOPEZ, 62′ CUADRADO.

Verona (4-3-3): Rafael(6); Marques(5,5), Marquez(6), Moras(6), Agostini(5,5); Obbadi(s.v – al 8′ Campanharo 6), Tachtsidis(6,5 – al 82′ Saviola s.v.), Hallfredsson(6,5 – al 70′ Christodoulopoulos 6), Ionita(6); N. Lopez(7), Toni(6,5).
A disp.: Benussi, Gollini, Luna, Martic, Campanharo, Brivio, Gomez, Gu. Rodriguez, Jankovic, Christodoulopoulos, Saviola, Nené.
All.: Mandorlini(5,5)

Fiorentina (3-5-2): Neto(6); Basanta(6), Rodriguez(7), Savic(6); Alonso(6,5 – al 63′ Vargas s.v.), Pizarro(6), Mati Fernandez(6), B. Valero(6,5), Joaquin(6,5 – al 76′ Babacar s.v.); Cuadrado(7,5), M. Gomez(6 – al 82′ Kurtic s.v.).
A disp.: Tatarusanu, Richards, Tomovic, Lazzari, Badelj, Aquilani, Kurtic, Vargas, Marin, Joaquin, Babacar.
All.: Montella(6,5)

Arbitro – Di Bello.

MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN: Cuadrado 7,5 – E’ suo il gol che vale 3 punti, ma non è solo questo. E’ questione di essere un campione e dimostrarlo, di portare sulle spalle le sorti di un match e di esserne consapevoli, e di non vacillare, se è possibile, allo stesso tempo.
Talento impetuoso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *