Basket, Serie A, 7ª giornata: Sassari batte Avellino nel posticipo e resta in vetta con Reggio e Venezia. Milano vince a Varese

Logo_Lega_Basket_Serie_A_Beko_2012

Sassari si aggiudica il monday night della settima giornata battendo al Palaserradimgni Avellino 81-75 e tenendo così il passo di Reggio Emilia e Venezia. Una partita molto equilibrata per tre quarti con gli ospiti più volte avanti e i padroni di casa con pessime percentuali ai liberi. Ma all’inizio del quarto quarto sale in cattedra la Dinamo: ritmi elevatissimi in attacco, grande difesa con Avellino che non segna per quasi cinque minuti e un parziale di 12-4 che sembra indirizzare la partita. La Sidigas accenna una reazione ma nel finale i sassaresi sono più concreti e grazie ai punti di Dyson e Sosa portano a casa la sesta vittoria in campionato che vale il primato.

REGGIO E VENEZIA OK – Continuano a volare anche Reggio Emilia e Venezia che battono rispettivamente Roma e Pistoia. La Grissin Bon, in uno dei due anticipi del sabato, si è imposta per 87-83 e la vittoria ha un nome e un cognome: Drake Diener. L’americano, appena rientrato da un infortunio, è stato decisivo segnando 7 punti negli ultimi 2 minuti. La Virtus Roma ha comandato per lunghi tratti il match ma è mancata nel finale. La Reyer invece ha superato Pistoia per 66-63 faticando forse più del dovuto. La squadra toscana ha messo paura alla capolista con ottime percentuali nel primo quarto e rimontando uno svantaggio di 18 punti. Sono due liberi di Peric a 8″ dalla fine a garantire a Venezia vittoria e testa della classifica.

MILANO VINCE A VARESE – L’Armani Milano si aggiudica il derby 105-97 e si piazza alla spalle del terzetto capolista. Quinta sconfitta consecutiva per una Varese mai domenica con un Pozzecco un pò sopra le righe che viene espulso ed ha una reazione esagerata. E’ la serata di Brooks, autore di 37 punti, e di Melli, infallibile nelle triple (5/5).

pozzecco

VINCONO CANTU’, TRENTO, BRINDISI E PESARO – Nell’altro anticipo del sabato, Cantu vince 107-95 sul parquet di Caserta che resta fanalino di coda. Una partita bella e avvincente decisa da un tempo supplementare dove i canturini hanno avuto la meglio perchè più cinici e in quanto hanno trovato in Feldeine un vero e proprio trascinatore. Ci sono voluti invece tre tempi supplementari affinchè Trento avesse la meglio della Vanoli Cremona: 116-114 il risultato finale. L’uomo in più è stato Mitchell, autore di 26 punti e freddissimo dalla lunetta nei momenti decisivi. Torna a vincere Brindisi che batte davanti al suo pubblico Bologna 75-64. Ma è stata una vittoria molto faticosa e solo negli ultimi minuti del terzo quarto. grazie ad un parziale di 12-0, l’Enel è riuscita a dilagare gestendo poi la gara nell’ultimo e decisivo quarto tornando così a sorridere. Infine Pesaro si è aggiudicata lo scontro diretto per la salvezza contro una Capo d’Orlando che ha sfiorato il colpaccio. 62-60 è un punteggio molto basso, sintomo di una partita non bella ma combattuta dove si è giocato a sprazzi e fiammate dove hanno contato soprattutto gli errori. Infatti è stato un errore di Archie da 6,75 che ha permesso alla Consultinvest di aggiudicarsi la gara portandosi a 4 punti in classifica.

RISULTATI: Caserta-Cantù 95-107 dts (giocata sabato); Reggio Emilia-Roma 87-83 (giocata sabato); Pesaro-Capo d’Orlando 62-60; Venezia-Pistoia 66-63; Brindisi-Bologna 75-64; Trento-Cremona 116-114 dts; Varese-Milano 97-105 (giocata alle ore 20,30); Sassari-Avellino 81-75 (giocata lunedì).

CLASSIFICA: Sassari, Reggio Emilia, Venezia 12; Milano 10; Trento, Cremona, Brindisi, Cantù 8; Avellino, Roma 6; Bologna (-2), Varese, Pistoia, Pesaro, Capo d’Orlando 4; Caserta 0.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *