E’ 1 a 1 tra Samp e Napoli, Eder show ma Zapata sul finale salva il risultato

20140330174315-eder (1)

 

Marassi – Termina 1 a 1 l’ultimo match della 13° di campionato. Sul palco del Monday night hanno sfilato i blucerchiati di Mihajlovic contro i partenopei di Rafa Benitez.
Sfida ad alta quota al Ferraris, che trova nel pareggio un risultato soddisfacente per entrambe le compagini. A segno Eder, che con un’ottima prestazione porta quasi la Samp alla vittoria. Il pareggio negli ultimi minuti del Napoli porta la firma di Zapata, subentrato nel finale.

 

Primo tempo – I primi 45′ sono giocati ad alta intensità. La struttura tattica delle due squadre è differente: il Napoli arranca un po’ in fase di impostazione, con Hamsik che fatica ad abbassarsi a prendere palla per innescare le azioni offensive; la manovra è però bilanciata dalle iniziative dei singoli, soprattutto sulle fasce, che mettono in difficoltà la Samp. I ragazzi di Mihajlovic invece presentano una quadratura tattica in fase difensiva migliore, con ottimi spunti in attacco dati da Okaka e Eder.
La prima parte della gara è giocata spesso a ridosso del centrocampo, con forte densità sulle vie centrali. Si rendono pericolose entrambe le squadre, quasi sempre su ripartenze e ribaltamenti di fronte; come al 23′, quando la Samp sfiora il vantaggio con Soriano e Okaka che non riescono a concludere. La vera occasione la spreca però Higuain, al 38′, che non riesce a concretizzare la palla gol del 1 a 0.

 

La ripresa – La seconda metà di gara riprende sul risultato di 0 a 0. La Sampdoria sembra partire con una marcia in più: pressing alto ed efficace, con un’ottima fase di impostazione che vede Eder abbassarsi a prendere palla e Okaka allargarsi sulla destra per ricevere, senza dare punti di riferimento. La squadra di Benitez soffre un po’ e si vede.
Al 58′ lo spunto vincente doriano, palla a Eder che spalle alla porta si gira e lascia sul posto metà difesa partenopea, calcia e batte Rafael. E’ 1 a 0 per la Samp.

La zampata di Zapata – La doccia fredda dello svantaggio porta il Napoli ad alzare il baricentro. La contromossa di Benitez è Mertens, che entra al posto di Britos al 59′.
Finalmente il Napoli opta per azioni più manovrate rendendosi pericoloso, anche se fatica a trovare spazi. La Samp infatti lascia terreno per avanzare agli avversarsi, ma si chiude bene nella propria metà campo, creando densità nelle vie centrali per spezzare il gioco avversario a ridosso dell’area.
Il Napoli alza di molto il baricentro per cercare il pareggio e soffre le ripartenze degli ottimi Okaka e Eder. Quest’ultimo in particolare, dopo una galoppata sulla fascia di destra viene atterrato da Koulibaly al 85′, che viene espulso per doppia ammonizione.
Sembra quasi fatta per la Sampdoria, ma il Napoli non ci sta.
Zapata, subentrato al capitano Hamsik al 79′, capitalizza l’occasione del pareggio su suggerimento di Ghoulam al 93′. E’ 1 a 1 tra Sampdoria e Napoli.

 

MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN: Eder 7,5 – Le sue ripartenze sono un pericolo costante. Lui e Okaka sono stati l’incubo perenne della difesa napoletana. Da solo mette in ginocchio il Napoli, con gol ed espulsione guadagnata. Virtuoso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *