Juve-Inter 1-1, Derby d’Italia all’altezza delle aspettative: intensità, tecnica e la beffa di Icardi

TORINO – Finisce 1-1 il Derby d’Italia. A segno nel primo tempo Tévez (5’); nella ripresa, Icardi (64’). La Juventus gioca un ottimo primo tempo dominando, l’Inter resta in partita e dopo il pareggio ritrova un buon gioco.

PRIMO TEMPO – Inizio col botto, la Juve va subito ad attaccare, aggressivissima: prima occasione dopo due minuti, con il sinistro di Marchisio dal limite, il pallone finisce a lato; tempo un paio di minuti e Vidal controlla di tacco e la mette in area per Tévez, a cui basta un tocco. 1-0 per la Juventus al 5’. Al 12’ è angolo per i bianconeri, Vidal, completamente solo in area carica il destro, deviazione decisiva di D’Ambrosio. L’Inter però reagisce molto bene tenendo alto il ritmo della partita, facendo girare il pallone senza buttarlo mai via, e cresce man mano che i minuti passano; qualche errorino qua e là nel disimpegno. Verso la mezz’ora, Handanovic viene chiamato in causa prima da Vidal – destro secco dai 25 metri – poi Pirlo, sul conseguente calcio d’angolo, diretto in porta. Più che decisivo il portiere nerazzurro, al 35’, dopo una splendida giocata di Pogba, elastico in area e tiro, Handanovic in uscita riesce a chiudere. Sul finire del primo tempo, la Juventus riacquisisce quasi il pieno controllo della gara, mentre i nerazzurri calano il ritmo.

SECONDO TEMPO – Si riprende con meno intensità da parte della Juventus, ma l’Inter sembra comunque subire il gioco dei bianconeri. Al 20’ però, Guarin trova un filtrante perfetto per Icardi, che taglia e incrocia sul secondo palo, Buffon in uscita non riesce a respingere: è 1-1. Il pareggio rompe l’equilibrio della Juventus, che pasticcia e in tre minuti perde tre volte il pallone favorendo altrettante ripartenze nerazzurre: prima Podolski (entrato al 7’ della ripresa) per Icardi, pallone sul fondo; Guarin, il destro al volo, fuori; infine ancora Icardi, destro dal limite, Buffon in volo manda in angolo. Finale infuocato, con tanti falli (Kovacic guadagna il rosso diretto per un’entrata con piede a martello su Lichtsteiner) e tante proteste e cartellini. Icardi spreca un contropiede facendo tutto da solo, ignorando Osvaldo (appena entrato), il pallone finisce alto. La Juve attacca frenetica non riuscendo a trovare il tocco giusto (da segnalare un altro miracoloso salvataggio di Handanovic). Finisce 1-1.

 

IL TABELLINO:                                                   

JUVENTUS-INTER 1-1 (primo tempo 1-0)

MARCATORI: Tévez (J), 5’; Icardi (I), 64’

JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra; Vidal (Pereyra, 76’), Pirlo, Pogba; Marchisio; Llorente (Morata, 62’), Tévez (a disp.: Coman, Pereyra, Marrone, Ogbonna, Mattiello, Padoin, Morata, Storari, Caceres, Rubinho, Giovinco, Pepe). All.: Allegri

INTER (4-2-3-1): Handanovic; Campagnaro, Ranocchia, Juan Jesus, D’Ambrosio; Medel; Kuzmanovich (Podolski, 54’) Kovacic, Guarin, Hernanes (Osvaldo, 85’); Icardi (a disp.: Podolski, Bonazzoli, M’Vila, Krhin, Pucas, Dodo, Vidic, Andreolli, Carrizo, Donkor, Obi, Osvaldo). All.: Mancini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *