Roma – Lazio: un derby al top. Per i giallorossi la stracittadina può valere più di un primato

ROMA – finalmente si respira aria di derby nella seconda domenica del nuovo anno, in un periodo di forma per entrambe le compagini capitoline. 141 è il numero delle sfide tra Roma e Lazio che verrà toccato esattamente tra due giorni e, facendo fede alle statistiche, negli ultimi sei derby della Capitale la Roma è riuscita a vincere solamente sotto la guida di Garcia nel settembre 2013 (2-0). Ma questa penultima gara d’andata, prima di Palermo-Roma, la Lazio la giocherà da ospite e proprio queste vesti sembrano non sorridergli: infatti l’ultima vittoria risale a marzo 2012 (1-2). Dopo il pareggio per 1-1 nell’aprile 2013, l’ultimo con reti inviolate è dello scorso febbraio. La stracittadina, con Roma e Lazio rispettivamente seconda e terza, ha un sapore ancora più invitante come dire…al top.

LA SICUREZZA E GLI ASSENTI – Il vice sindaco Luigi Nieri garantirà la presenza dei vigili urbani per gestire il traffico nelle aree limitrofe allo stadio Olimpico ma ancora nulla è dato per scontato, visti i disordini dei giorni scorsi. Ad ogni modo verranno adottate tutte le misure necessarie per sventare possibili contatti tra le due tifoserie, soprattutto in aree calde quale la zona di Ponte Milvio, in passato teatro di scontri. Massima allerta nel derby da vertice che può rivelarsi per la Lazio un’occasione per arrestare la corsa allo scudetto dei cugini rivali, mentre per la Roma una vittoria avrebbe una duplice valenza: primato (qualora la Juve perdesse in serata al San Paolo) e supremazia nella Città Eterna. Momento positivo per la Lazio che arriva imbattuta da cinque match, segnando almeno due reti nelle ultime quattro partite; preoccupa l’assenza di Lulic fermato da una lesione al collaterale mediale. La Roma, con due pareggi casalinghi contro Sassuolo e Milan e migliorata nelle reti al passivo (zero nelle ultime tre gare), si presenterà senza squalificati ma farà a meno di Gervinho e Keita. Di seguito la probabile formazione:

De Sanctis; Maicon (ballottaggio Torosidis), Manolas, Astori, Holebas; Pjanic, De Rossi, Nainggolan; Florenzi (ballottaggio Ljajic), Totti, Iturbe

Roma-Lazio serie A

UOMINI DERBY – con Lulic ai box i laziali dovranno fare a meno di una presenza importante in mezzo al campo ma potranno contare sul momento di grazia del brasiliano Anderson (4 reti e 4 assist). I giallorossi ringraziano ma devono fare attenzione alla minaccia dell’esperto Klose, il quale quando ha segnato (due reti negli ultimi sei derby) ha portato alla vittoria la sua squadra. Una partita sentita in modo nettamente diverso da chi è cresciuto da romano e romanista: per Totti e De Rossi il trionfo nel derby è eguagliabile ad un trionfo nell’arena dei gladiatori, una dimostrazione di profondo attaccamento alla maglia verso una città intera. Se poi c’è un numero in grado di motivare ai massimi livelli il capitano giallorosso, è sicuramente identico a quello stampato sulla sua maglia: infatti qualora segnasse domenica pomeriggio, sarebbe il gol numero 10 inflitto ai rivali e varrebbe il nuovo record assoluto di marcature nei derby romani in Serie A.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *